Falso allarme negli Stati Uniti, costa ai pompieri 7.600 dollari

Quando l’ufficio del Fire Department Township di Eau Claire ha ricevuto la telefonata di A.W., subito si è avuta la sensazione che il racconto del giovane meritasse assolutamente attenzione. I Firefighters si sono così precipitati presso il Chippewa River, tra il Wisconsin e lo stato del Michigan, con tutta l’attrezzatura necessaria per il recupero di due uomini che sul kayak stavano percorrendo il fiume nel quale erano precipitati sempre secondo le parole di A.W.

Una volta giunti presso il ponte indicato da A.W., i pompieri con un servizio speciale hanno effettuato perlustrazioni ed immersioni nel fiume per circa due giorni, per un totale di circa 94 ore; addirittura sono intervenuti anche la polizia locale e lo sceriffo. A.W. aveva raccontato che durante un’escursione con il kayak, aveva intravisto due persone cadere tra le correnti del Chippewa River e che pertanto spaventato aveva dato l’allarme al Fire Department della provincia. 

La messinscena alla fine è stata smascherata, inoltre A.W. aveva rincarato la dose raccontando una versione abbastanza inverosimile dei fatti durante le ricerche dei soccorritori, che con più attenzione, a differenza della prima segnalazione, avevano cominciato ad insospettirsi proprio quando il ragazzo aveva iniziato a sostenere la tesi inverosimile che egli stesso in un modo o nell’altro si era aggrappato ad una delle due presunte vittime prima che cadesse in acqua…

Insomma un delirio davvero insopportabile e uno scherzo di cattivo gusto. La polizia del Wisconsin alla fine, ha decretato la fine di questa buffonata date le ormai chiare assurdità raccontate dal ragazzo; del resto, nessuna segnalazione di persone scomparse era pervenuta agli “infallibili sistemi informativi” della polizia locale….

I commenti sono chiusi.