Festival del Volontariato 2016: live tweet e interventi

 Fabrizio Curcio interverrà nell’ambito del convegno “La città fragile”

 

“D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”. I. Calvino

Potrebbe essere questa la citazione di Italo Calvino che ha ispirato l’edizione 2016 del Festival italiano del volontariato dedicato, quest’anno, alle città invisibili. Inclusione, coesione sociale, contrasto all’emarginazione, tecnologia al servizio di uno sviluppo sostenibile sono i temi centrali di questa sesta edizione organizzata a Lucca, dal 14 al 17 aprile, dal Centro Nazionale per il Volontariato e della Fondazione Volontariato e Partecipazione.

Quattro giorni – per dirlo con le parole del Presidente del CNV Edoardo Patriarca – “per interrogare gli ospiti del Festival sulle realtà e le frontiere reali e immaginarie di una società in continuo cambiamento, una società in cui il Terzo Settore e il volontariato sono sempre più protagonisti e devono essere all’altezza, anche morale, del ruolo che svolgono”.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio parteciperà ai lavori della giornata di sabato, nell’ambito dell’evento “La città fragile”, dedicato ai temi di protezione civile, con il focus “Raccontare l’emergenza: dalla prevenzione all’intervento al tempo dei new-media” realizzato in collaborazione con la sezione sociale del Corriere della Sera.

E per tutto il weekend a Lucca si continuerà a parlare di prevenzione con una “edizione straordinaria” della Campagna nazionale Io non rischio, che vedrà i volontari della Croce Verde in piazza, impegnati nella diffusione di buone pratiche sul rischio alluvione e nella sensibilizzazione dei concittadini rispetto al ruolo che ognuno può svolgere per la riduzione dei rischi che interessano il nostro Paese.

 

I commenti sono chiusi.