Formazione giovani, un bell’esempio da seguire grazie a Croce Rossa Parma ed Emilia Romagna

A Bedonia si è svolto il primo #MeeER: un successo di entusiasmo e nuovi legami. Più di 200 Volontari da 27 Comitati della regione all’evento dei Giovani CRI dell’Emilia-Romagna

T-519e3b9959b4f5f8c5404512bd2fb99c-680x510BEDONIA (PARMA) – Sono stati più di 200 i Volontari coinvolti nel week-end del 30 Settembre – 1 Ottobre per l’evento dei Giovani della Croce Rossa Italiana dell’Emilia-Romagna.
Il MeeER (una due giorni di aggregazione, sfide e momenti ludico-formativi) fortemente voluto dal Consigliere Rappresentante dei Giovani Gabriele Calì e dalla sua squadra, ha rappresentato un momento non solo di incontro fra Volontari CRI dell’Emilia-Romagna, ma anche un momento di riflessione su vari temi con tavoli tecnici per le figure formate (Salute, Pace, Inclusione Sociale e Disaster Risk Reduction – Climate Change Adaptation) e ‘meet’, incontri open space di scambio di buone pratiche su temi quali Comunicazione, Vulnerabilità, YABC, Progettazione Partecipata.

Organizzato dalla squadra regionale e ospitato dal Comitato di Bedonia (Parma), che ha curato la parte logistica, l’evento è stato particolarmente significativo non solo per i momenti più tecnici, ma soprattutto per le possibilità di svago offerte come side-events, che hanno permesso di creare nuovi legami fra i Giovani della Regione Emilia-Romagna.

f5331298-4fce-4b70-a329-0d40f95d1a58La domenica mattina si è tenuto il core-event del MeetER, ovvero la ‘sfida’ fra squadre composte da membri di Comitati diversi su vari temi di Croce Rossa e non. I partecipanti si sono sfidati sui Sette Principi, sulle tecniche di Comunicazione, sul Problem Solving, sulle tematiche tipiche dell’Obiettivo Strategico V.

Un altro importante side-event è stata la Living Library: nove Volontari che hanno dato tanto all’Associazione, a tutti i livelli, e che, con il loro esempio, hanno potuto consigliare e ispirare i ragazzi presenti all’evento. Nove esempi importanti di Volontariato, nove storie che hanno saputo ispirare e porsi come un esempio concreto di quanto si possa dare (e avere) donando il proprio tempo libero a Croce Rossa.

Presente anche il Presidente del Comitato Regionale Emilia-Romagna, Antonio Scavuzzo, orgoglioso della buona riuscita dell’evento e della presenza numerosa di Giovani CRI da 27 Comitati diversi.

“Il MeetER è un evento innovativo, che nasce dalle idee del passato portate un po’ oltre. I Giovani di Croce Rossa hanno il compito difficile di essere innovatori, e per innovare bisogna sempre spingersi un po’ oltre. Le folli idee sono necessarie per essere davvero Agenti di Cambiamento.” ricorda Gabriele Bellocchi, presente all’evento. “ Probabilmente 99 idee su 100 non andranno a buon fine, ma se anche solo 1 si realizza, lì sta la vera innovazione.” E il MeeER ne è un esempio.

WhatsApp Image 2017-10-04 at 10.58.47 (1)“Tornate nei vostri Comitati con l’entusiasmo raccolto durante questo evento, con le esperienze ascoltate dai Volontari della Living Library. Il semino che è stato piantato in voi con questo evento, può trasformarsi in una piantina, restare deserto o diventare una foresta. Dipende da voi. Il MeetER non finisce oggi, ma continua nel vostro entusiasmo, da portare a casa, per “contagiare” gli altri Volontari. Le buone azioni sono contagiose. E anche l’entusiasmo.” conclude l’evento Gabriele Calì, confermando il MeetER anche per il prossimo anno, rivelando che l’evento sarà aperto anche a Volontari over 31, per permettere a chiunque di partecipare a quello che resta l’evento dei Giovani della Croce Rossa, ma che accoglie tutti i Volontari dell’Associazione, in quello spirito di inclusione e collaborazione fortemente voluto da Gabriele Calì e dalla sua squadra.
Foto da: Comitato Croce Rossa Italiana di Parma

I commenti sono chiusi.