Francese arrestato con 125 chili di esplosivo. Progettava attentati a Euro 2016

Un uomo di origini francesi è stato arrestato oggi in Ucraina con un quantitativo gigantesco di esplosivi, circa 125 chili di TNT. Secondo le prime ricostruzioni della Polizia ucraina l’uomo stava pianificando 15 attentati in vista dei campionati Europei di calcio che si svolgeranno in Francia nei prossimi giorni. L’uomo è considerato un nazionalista e pare avesse intenzione di colpire la Francia per punire una politica “che aumenta gli stranieri, diffonde l’islam e la globalizzazione”. Il capo dei servizi di sicurezza di Kiev, Vasily Gritsak ha spiegato alla tv francese ‘Bfmtv’ che Gregoir M., francese di 25 anni presunto militante di estrema destra, stava preparando quindici attentati in Francia in occasione dei prossimi Europei di calcio che vedranno la gara inaugurale venerdì 10 giugno.

Il capo dell’intelligence ha spiegato che oltre al tritolo il ragazzo in auto aveva “5 kalashnikov, più di 5.000 proiettili, due lanciagranate anticarro, 100 detonatori, 20 passamontagna e altri oggetti”, il tutto per un valore totale di circa 250mila euro. Armi che sarebbero servite, secondo quanto ha riferito Grytsak, per attaccare “una moschea, una sinagoga, un ufficio di riscossione delle imposte, aree pubbliche riservate ad Euro 2016, veicoli della polizia e numerosi altri luoghi”.

 

I commenti sono chiusi.