Freddo e neve in Medioriente: in Israele interviene l’esercito

Un’eccezionale ondata di maltempo sta spazzando il Medioriente, con basse temperature e tempeste di neve, evento meterologico insolito a questa latitudine. E con la comparsa della neve, gli abitanti hanno dovuto fare i conti con una serie di disagi ai quali non sono minimamente preparati. Traffico in tilt, persone che vedono aggravare la propria già misera condizione quotidiana dalle rigide temperature. Quattro morti e una serie di ricoverati per ipotermia. In Israele l’esercito è intervenuto per assistere le squadre di soccorso civili nei loro sforzi in tutto il paese.

L’Israeli Defence Force ha fornito veicoli militari e autisti preparati in grado di manovrare in condizioni estreme per evacuare i civili feriti negli ospedali, per il salvataggio degli automobilisti bloccati nella neve, per distribuire cibo e panni caldi e per raggiungere tutte le località irraggiungibile da auto civili.

Forze dell’IDF si sono dislocate a Gerusalemme e in tutta la Cisgiordania, pronte a fornire servizi medici e di soccorso a tutti coloro che ne hanno bisogno. Sabato pomeriggio, un elicottero militare ha evacuato una donna israeliana in procinto di partorire da Yitzhar, in Cisgiordania, fino all’ospedale più vicino.

I commenti sono chiusi.