Grandine e maltempo sul Nord Italia, danni e agricoltura allo stremo, senza nessun aiuto contro la siccità

DFfB0gPXsAAYmeWLa fase di allerta continua per le precipitazioni violente che si stanno abbattendo sul triveneto e sul nord del paese. Ecco il Bollettino della Protezione Civile

24 luglio, situazione fino a mezzanotte.

Precipitazioni:
– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul Triveneto, con quantitativi cumulati puntualmente moderati, generalmente più significativi sul Friuli Venezia Giulia;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti regioni settentrionali e su Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo centro-settentrionale, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati su Piemonte settentrionale, Lombardia settentrionale e orientale, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche settentrionali e settori settentrionali e orientali del Lazio.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in generale diminuzione, anche sensibile, al Centro-Nord, con residue punte localmente elevate sui settori adriatici di Abruzzo e Molise; senza variazioni di rilievo al Sud, con valori massimi molto elevati su Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia, elevati sulla Campania.
Venti: forti nord-occidentali sulla Sardegna, con raffiche di burrasca specie sui settori settentrionali dell’isola; forti sud-occidentali su coste toscane a nord dell’Elba e localmente sui crinali appenninici e lungo i settori costieri del Lazio e delle regioni meridionali della penisola; tendenti a forti di Foehn sui settori alpini centro-occidentali.
Mari: da molto mossi ad agitati il Mar Ligure, il Mare di Sardegna e il Tirreno centro-settentrionale; tendente a molto mossi il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale settore ovest e lo Stretto di Sicilia.

 

25 luglio, situazione in evoluzione sull’Adriatico

Precipitazioni:
– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su settori meridionali di Marche e Umbria, zone interne del Lazio e su Abruzzo, Molise, Campania orientale e Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Marche, Lazio, Umbria e Campania e su Triveneto, settori orientali dell’Emilia Romagna, Toscana meridionale e orientale, Puglia centrale, settori settentrionali e occidentali della Basilicata e settori tirrenici della Calabria, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in generale diminuzione al Centro-Sud, generalmente sensibile sulle regioni centrali adriatiche e su quelle meridionali, con residue punte localmente elevate su Calabria ionica e Sicilia orientale.
Venti: da forti a burrasca nord-occidentali sulla Sardegna, con raffiche di burrasca forte sui settori settentrionali; forti nord-occidentali su Sicilia, specie sui settori occidentali e meridionali; localmente forti dai quadranti occidentali sui settori costieri del Lazio meridionale e delle regioni meridionali della penisola, specie sui versanti ionici calabresi e sulla Puglia; momentaneamente forti dai quadranti settentrionali sulle coste del medio e alto versante adriatico; forti di Foehn sui settori alpini centro-occidentali, con raffiche di caduta sulla pianura piemontese e lombarda e localmente sul versante ligure.
Mari: agitato il Mar di Sardegna; molto mossi i restanti bacini occidentali e localmente lo Ionio, fino a momentaneamente agitato il Tirreno centrale.

26 luglio, discesa verso lo Ionio, Calabria e Sicilia: poche pioggie

Precipitazioni:

– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Abruzzo meridionale, Molise, Puglia settentrionale, Campania e settori settentrionali e occidentali della Basilicata, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;

– isolate, a prevalente carattere di rovescio o temporale ad evoluzione diurna sul resto del Centro-Sud e sul Triveneto, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni significative.
Venti: forti nord-occidentali sulle isole maggiori e localmente sulla Calabria; forti di Foehn sui settori alpini centro-occidentali, con raffiche di caduta sulla pianura piemontese e lombarda e localmente sul versante ligure.
Mari: agitato il Mar di Sardegna; molto mossi i restanti bacini occidentali e localmente lo Ionio, fino a momentaneamente agitato lo Stretto di Sicilia.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale

Leggi tutto l’articolo »– –Torna alla Home »
Fonte | http://bit.ly/2v0hEvr

I commenti sono chiusi.