Grazie alle manovre di disostruzione la Polizia salva la vita a un neonato

E’ successo a Napoli: mentre la madre era nel panico gli agenti hanno disostruito le vie aeree del piccolo e hanno praticato la RCP neonatale

(Fonte La Repubblica) – L’intervento di una pattuglia di agenti della polizia è stato provvidenziale per salvare la vita ad un neonato di appena dieci giorni. I poliziotti hanno praticato al piccolo la respirazione bocca a bocca, dopo avergli liberato la gola. Il fatto è accaduto in via Mianella, a Napoli. Gli uomini di una “volante”del commissariato Scampia hanno notato una vettura ferma al centro della carreggiata. I poliziotti si sono fermati ed hanno scorto una donna in preda al panico e in lacrime, col figlio in braccio ormai già cianotico. I poliziotti hanno preso il bimbo – di appena 10 giorni – hanno rimosso

con le dita del materiale biologico che aveva ostruito la bocca e la gola ed effettuato una disperata respirazione bocca a bocca con vari massaggi cardiaci. Al terzo tentativo il piccolo ha ripreso a respirare. Quindi lo hanno accompagnato all’ospedale “San Giovanni Bosco”, dove i sanitari lo hanno dapprima portato in sala di rianimazione e poi trasferito all’ospedale pediatrico Santobono. Le condizioni del neonato sono in miglioramento.

 

I commenti sono chiusi.