Il viaggio delle vite per un triplo trapianto d’organi. La notte speciale dei Volontari della Croce Verde Mestre

Quattro volontari della Croce Verde Mestre coinvolti e 1.690 chilometri percorsi per permettere un triplo trapianto di organi.

foto_idro
una delle idroambulanze in dotazione per i trasporti in Venezia Centro storico

Il primo viaggio, compiuto dai volontari Gianpaolo Bacci e Gianni Pavanetto, è iniziato alle 15,55 di lunedì 4 luglio dall’ospedale civile di San Dona’ di Piave (Venezia) diretto all’Ospedale Maggiore di Milano, NTP Centro Trasfusionale, per trasportare i campioni biologici di una persona deceduta la cui famiglia aveva acconsentito al prelievo plurimo. Questo primo equipaggio ha fatto rientro alle 22,15.

foto_tutti
una foto di gruppo di volontari Croce verde Mestre

Avuta la compatibilità dei campioni con tre persone in attesa di trapianto, sono stati attivati i volontari Roberto D’Alba e Tullio Perini che, con partenza da Mestre alle 23,00, sono arrivati all’ospedale di San Dona’ alle 23,40 per ricevere i contenitori con gli organi da trapiantare: due reni e un pancreas.
Alle 2,30 l’automedica è partita con destinazione l’ospedale di Verona Borgotrento dove, alle 3,35, è stato lasciato un rene. Il viaggio è poi proseguito per l’ospedale San Raffaele di Milano. Qui, alle 5,45, è stato lasciato il pancreas. Quindi l’ultima tappa, l’ospedale San Martino di Genova: alle 6,45 è stato consegnato il secondo rene.
Infine il rientro alla sede della Croce Verde Mestre dove sono giunti alle 10,45 di martedì 5 luglio.

L’Associazione Croce Verde Mestre Volontari del Soccorso di Venezia Terraferma Onlus, con sede in via Lussingrande 5 a Mestre, è nata nel settembre del 1982 e attualmente è presieduta dal prof. Maurizio Ceriello. La CVM svolge servizio di trasporto infermi, ammalati, feriti ed alienati, sia per il soccorso in situazione di urgenza/emergenza, che nelle situazioni ordinarie in ambulanza e/o idroambulanza in regime convenzionale con l’Asl 12 Veneziana ininterrottamente dal 1983.
Coordinata dalla Centrale Operativa 118, svolge anche l’attività di trasporto organi.

Un plauso a tutti i volontari per il loro operato è stato espresso dal presidente della Croce Verde Mestre.
“L’eccellenza del nostro servizio sanitario – ha commentato da parte sua il direttore generale dell’Asl 12, Giuseppe Dal Ben – è fatto anche di questo lavoro silenzioso e importantissimo”. “I volontari della Croce Verde e gli operatori del 118 – ha concluso Dal Ben – hanno reso possibile il concretizzarsi di un gesto fondamentale come la donazione e il trapianto; ma le missioni si ripetono quotidianamente: mezzi, persone, cuore e organizzazione sono in questo modo costantemente al servizio dei cittadini e della loro salute”.

I commenti sono chiusi.