La pulizia dell’ambulanza: cosa fare per evitare contagi?

Grazie alle schede esplicative del dottor Luca Ricci, dirigente dell’Ufficio di Igente Pubblica e della Nutrizione della USL2 di Lucca, possiamo andare a fondo nel problema più comune che ogni soccorritore affronta tutti i giorni durante i turni di attività: la pulizia del mezzo di soccorso.

Prima di tutto è necessario conoscere le caratteristiche tecniche dei mezzi di soccorso, identificare le problematiche relative alla trasmissione interumana di malattie infettive durante l’attività di soccorso e – infine – conoscere le procedure necessarie al mantenimento dell’igiene ambientale dei mezzi di soccorso. Bisogna poi ricordare che la prevenzione antinfortunistica negli interventi di soccorso avviene grazie a precise norme di comportamento e procedure chiare, che si rendono necessarie per evitare infortuni e contagi.

A questi consigli si aggiungono intuitive – ma spesso non automatiche – norme di buonsenso, come il lavaggio delle mani. Ma sapete per quanto è necessario frizionare e insaponarsi per rimuovere al meglio i germi? E sapete quali sono le principali malattie che si possono trasmettere e sono legate al trasporto sanitario? Qualche consiglio e qualche utile risposta nel documento seguente

[document url=”http://www.usl2.toscana.it/sup/modulistica/igiene/rischi_trasporto_sanitario.pdf” width=”600″ height=”600″]

I commenti sono chiusi.