Lanuvio, almeno 5 morti in casa di riposo: ipotesi monossido di carbonio

Monossido di carbonio forse la causa di una tragedia in una casa di riposo a Lanuvio (Castelli Romani): ad accorgersi della tragedia sarebbe stato un addetto alla struttura che arrivando questa mattina ha trovato tutti i 12 presenti (due operatori sanitari e 10 ospiti), privi di sensi.

Una decina di anziani trovati in stato di incoscienza, si ipotizza come causa il monossido di carbonio

ROMA – Tragedia nella notte in una casa di riposo a Lanuvio, ai Castelli Romani.

Una decina di anziani sono stati ritrovati questa mattina in stato di incoscienza, il bilancio è di 5 persone decedute e 7 feriti in gravi condizioni. La causa ipotizzata al momento sarebbe quella del monossido di carbonio.

La Casa di cura dove nella notte alcuni anziani sono morti per probabili esalazioni di monossido di carbonio si chiama Villa dei Diamanti, e si trova in via di Monte Giove Nuovo 3, a Lanuvio.

Sul posto sono intervenuti, oltre ai carabinieri, anche i sanitari del 118 e i Vigili del fuoco.

Ad accorgersi della tragedia, avvenuta nella Casa di cura di Lanuvio, secondo quanto si apprende, sarebbe stato un addetto alla struttura che arrivando questa mattina ha trovato tutti i 12 presenti (due operatori sanitari e 10 ospiti), privi di sensi.

Per approfondire:

Un infermiere salva una donna incinta e il suo equipaggio, grazie al rilevatore di monossido

Allarme Monossido – Cosa sapere su questo nemico silenzioso

Monossido: per non morire avvelenati servono i rilevatori e i controlli, vediamo cosa dicono i manuali d’uso

Lotta al monossido di carbonio: il sistema del 118 di Trieste ASUITS

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.