Monte Caio, riprenderanno stamane le ricerche del 52enne scialpinista disperso: CNSAS programma interventi

Monte Caio, Soccorso Alpino CNSAS alla ricerca di un scialpinista disperso. Riprenderanno stamane, nonostante l’ondata di maltempo che sta investendo la zona e gran parte della Penisola, le ricerche del 52enne disperso da ieri pomeriggio sul monte Caio, a Parma

Lo scialpinista aveva deciso di uscire per un’escursione in solitaria, ed il suo mancato rientro aveva attivato i tecnici del Soccorso Alpino della Stazione Monte Orsaro (Parma), che hanno iniziato le ricerche attorno al comprensorio sciistico di Schia, sull’Appennino parmense.

Sulla zona, come detto, una forte nevicata, che ha limitato, ma non impedito, l’intervento dei soccorritori CNSAS.

Monte Caio, riprenderanno stamane le ricerche di Soccorso Alpino, Carabinieri e Vigili del Fuoco

Diverse squadre del Soccorso Alpino, infatti, insieme a Carabinieri e Vigili del Fuoco, hanno scandagliato le piste del comprensorio sciistico di Schia, boschi e pendii.

Presenti anche squadre cinofile del Saer e dei Vigili del Fuoco.

Sono stati inoltre condotti due tentativi di sorvolo, prima da parte di EliPavullo e successivamente da un elicottero dei Vigili del Fuoco: sfortunatamente, i velivoli sono dovuti rientrare per il vento e la scarsa visibilità in zona.

Le operazioni continueranno oggi fino a quando non verranno a mancare le condizioni di sicurezza per gli operatori sul posto e, nel caso, riprenderanno non appena possibile.

E’ necessario ribadire che, soprattutto in inverno, diventa rilevante da un lato seguire con attenzione le indicazioni sulle allerte e sui pericoli del Soccorso Alpino, dall’altro effettuare uscite con adeguati sistemi di localizzazione: proprio del CNSAS esiste Georesq, che consente una geolocalizzazione praticamente istantanea della persona da soccorrere.

In certi frangenti può fare, come in passato è accaduto, la differenza.

(Immagini di repertorio)

Per approfondire:

GeoResQ, una app per la sicurezza in montagna

Cascate del Carlone: escursionista scivola e batte il capo, SAER ed EliPavullo all’opera con verricello

Fonte dell’articolo:

CNSAS – Soccorso Alpino Emilia-Romagna

I commenti sono chiusi.