Poster IRC – Studio PRONECA, l’utilità dell’EEG/SEP nell’outcome prediction in pazienti comatosi dopo ACC

Grazie alla collaborazione dell’Italian Resuscitation Council presentiamo uno dei poster pubblicati durante il Congresso Nazionale del 2015. Ogni settimana pubblicheremo un poster cercando di dare il massimo della visibilità a questi studi molto importanti per il mondo del soccorso e per quello della rianimazione RCP, che si basa su studi scientifici e nel quale i case report sono vitali per un miglioramento costante e continuo delle buone pratiche di rianimazione.

 

Outcome prediction in comatose patients after cardiac arrest, the utility of early EEG/SEP recordings during therapeutic hypothermia: the italian multicentric study PRONECA

Autori dello studio: Carrai, Amantini, Audenino, Callegarini, Celani, Di Capua, Donato, Megarelli, Minardi, Minicucci, Monetti, Montalenti, Motti, Piazza, Politini, Foresti, lantieri, Lombardi, Madera, Marelli, Mecarelli, Ricci, Romito, Sabadini, Scarpino, Spalletti, Valzania

Questo è uno degli studi più complessi presentati durante il congresso IRC di Parma del 2015. Oggi disporre di indici prognostici precoci ad alta affidabilità costruisce una necessità ormai irrinunciabile dal punto di vista clinico, scientifico ma anche etico ed economico. Tuttora comunque non c’è un consenso unanime su quali indici prognostici ad alta affidabilità utilizzare inj particolare fase precoce.
Scopo dello studio è

  • Valutazione del ruolo prognostico dell’EEG registrato a 6-12 ore da un ACC nella prognosi favorevole per recupero di stato di coscienza
  • Confermare il ruolo prognostico dell’EEG registrato a 72 ore nella prognosi sfavorevole per non recupero dello stato di coscienza
  • Confermare il ruolo prognostico del PES assente nella prognosi sfavorevole per non recupero dello stato di coscienza.

 

Lo studio ha carattere multicentrico e prospettico.

I criteri di inclusione sono

  • Adulto sopra i 18 anni
  • Stato di Coma < 9 dopo ACR
  • Trattati o non trattati con TH

Criteri di esclusione sono

  • Danni neurologici associati
  • Precedenti gravi patologie neurologiche
  • Impossibilità a raccogliere dati anamnestici
  • Impossibilità a raccogliere dati NFP
 NON VEDI L’IMMAGINE? CLICCA QUI

06-outcome-prediction-comatose-patients-ca-carrai-amantini-audenino-callegarini-celani

I commenti sono chiusi.