Salva una vita, fallo con il cuore. A Milano 300 corsi gratuiti BLSD

Il 9 novembre grazie a Philips, Croce Rossa Italiana e WeMi i cittadini avranno 300 posti per fare un training BLSD con i defibrillatori in 8 punti della metropoli

0

MILANO – Regalare ai cittadini una seconda possibilità, quasi una nuova vita. E’ questo alla fine l’obiettivo del massaggio cardiaco e del defibrillatore. Così uno dei più grandi corsi BLSD mai realizzati in Italia, il 9 novembre 2018, diventerà l’occasione perfetta per imparare a salvare una persona colpita da arresto cardiaco: quella persona potrebbe essere chiunque e il ruolo di bystander è estremamente importante.

PARTECIPA AL CORSO BLSD

L’uso del defibrillatore è semplice e si impara facilmente

Per iscriversi basta accedere a questa pagina, ed entrare così nei training messi a disposizione da Philips, Croce Rossa Italiana e WeMi, la piattaforma del Comune di Milano che mette insieme oltre 50 associazioni. Durante le esercitazioni sarà possibile, divertendosi, capire cosa fare in caso di emergenza, come disostruire una persona che non respira e – soprattutto – imparare ad usare un defibrillatore semiautomatico.

Il corso BLSD si terrà il 9 novembre, sarà gratuito, e si potrà partecipare in 8 location diverse della città: Stelline, Loreto, Valla, Voltri, Piazzetta, Ornato, Trivulzio e presso la sede CRI di Milano in via Marcello Pucci 7. Questo è il primo corso di questo tipo in Italia, fra i più grandi mai organizzati nel nostro paese e pianificati per essere facili, immediati e completi. I corsi si terranno dalle ore 14.00 alle ore 19.00 affrontando 2 ore di teoria e poi 3 divertenti ore di pratica, per tutti i partecipanti. Iscriversi è obbligatorio e si può fare rapidamente tramite questo link:

ISCRIVITI ORA

Sarà possibile scegliere subito la sede più comoda e vicina, sulla base della capienza di ognuno degli spazi.

Un momento di pratica durante un corso BLSD

“Un cittadino informato e formato – dichiara l’assessore alle Politiche Sociali, Salute e Diritti Pierfrancesco Majorino – rappresenta una risorsa non solo per se stesso, ma anche per chi gli sta intorno che, in una situazione di difficoltà, può ricevere un aiuto prezioso. Se tale formazione riguarda poi la salute può essere fondamentale per salvare delle vite. Ecco perché quella offerta dalla collaborazione tra Philips, Croce Rossa e WeMi è un’importante opportunità che i milanesi sapranno cogliere e sfruttare con lo spirito pratico e intraprendente che li caratterizza”.

“Nella nostra società le malattie cardiovascolari rappresentano il killer numero 1: l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che ogni anno sono responsabili di 17,7 milioni di morti premature e si prevede che entro il 2030 il dato raggiungerà i 23,6 milioni[1].” Dichiara Stefano Folli, Presidente e CEO di Philips, Italia Israele e Grecia. In questo contesto, Philips non può esimersi da una responsabilità e un ruolo attivi verso la cittadinanza, perché la vita delle persone non si migliora soltanto con la tecnologia, ma creando consapevolezza e dando gli strumenti per poter intervenire in caso di necessità, educando, sensibilizzando, a partire dalla prevenzione e la promozione di stili di vita sani, fino alla capacità di intervenire in caso di emergenza. Perché salvare una vita è possibile.”

Teoria del BLSD davanti al manichino
Teoria del BLSD davanti al manichino

“Uno dei nostri principali obiettivi è di promuovere e diffondere l’educazione sanitaria, un impegno che Croce Rossa ha preso nei confronti dei cittadini milanesi coinvolgendo tutte le fasce della popolazione, dai bambini ai lavoratori e garantendo nel corso degli anni la presenza sul territorio di formatori qualificati”, afferma Luigi Maraghini Garrone, Presidente della Croce Rossa di Milano. “La collaborazione con Philips e WeMi fa parte di questo percorso, sviluppato al fianco delle realtà territoriali, che mira a costruire una cultura della prevenzione e a garantire la diffusione delle tecniche di rianimazione con uso del defibrillatore e delle manovre salvavita. I cittadini formati su questa tematica e certificati per l’uso del DAE sono preziose risorse per tutta la comunità e possono contribuire, al fianco di operatori sanitari e volontari soccorritori, a salvare molte vite umane”.

L’impegno di Philips verso la prevenzione in ambito cardiovascolare nasce da una mission concreta, quella di migliorare la vita delle persone. Una missione che si traduce in promozione di stili di vita più sani, a partire dall’alimentazione: l’Organizzazione Mondiale della Sanità rivela che il 39% degli adulti di età pari o superiore ai 18 anni è classificato in sovrappeso e il 13% obeso[2], dati che rafforzano l’impegno dell’azienda per la creazione di prodotti e soluzioni per cucinare in modo più salutare, senza rinunciare al gusto.

 

disostruzione adulto pediatrica
La disostruzione è uno dei momenti più importanti dell’educazione al BLSDco

Lo scorso 29 settembre, inoltre, Philips, partner della World Heart Federation, ha lanciato una campagna, con l’invito a fare una promessa personale “Make a promise, keep the promise with Philips” per mantenere sano il proprio cuore e aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari, semplici gesti quotidiani come scegliere le scale invece che l’ascensore, respirare aria più pulita, seguire un’alimentazione più bilanciata.

 

Oltre alla prevenzione, l’impegno di Philips è focalizzato su tutto l’iter di cura, dalla diagnosi al trattamento fino alle cure domiciliari, supportando i professionisti sanitari attraverso soluzioni tecnologiche innovative in grado di migliorare l’esperienza clinica

di staff e pazienti, all’insegna di qualità, efficienza e sostenibilità.

 

Fonti: 
[1]  2017, ‘Cardiovascular diseases’ World Health Organisation (WHO)
e 2018 ‘About cardiovascular diseases’, World Health Organisation (WHO)
[2] 2018 Organizzazione Mondiale della Sanità

Lascia una risposta