Sicurezza, Protezione e Difesa Civile: il ruolo delle Università nella formazione delle Risorse Umane

Sabato 20 gennaio 2018 alla LIUC  – Università Cattaneo
Quale ruolo ha il sistema universitario italiano nella formazione di risorse da impiegare nel settore della Sicurezza, Protezione e Difesa Civile? Che tipo di contributo può offrire per preparare figure come il Disaster & Crisis Manager, il Critical Event Specialist e il Safety and Security Officer?

 

IMG_0525Alla LIUC – Università Cattaneo una giornata dedicata alla riflessione sul tema, con numerosi rappresentanti del mondo delle istituzioni e delle Forze Armate.

L’appuntamento è sabato 20 gennaio 2018 e l’occasione è offerta dall’incontro conclusivo del corso di Alta Formazione Universitaria “Formatori e Gestori delle Risorse Umane nel Sistema di Sicurezza, Protezione e Difesa Civile”, tenutosi alla LIUC negli scorsi mesi e realizzato dal Centro sull’Economia e il Management in Sanità e nel Sociale della LIUC in collaborazione con l’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia – Sezione di Gallarate e con il patrocinio della Provincia di Varese. Un percorso, questo, che ha visto coinvolti sia volontari e professionisti civili e militari che operano all’interno della Protezione Civile sia dipendenti della pubblica amministrazione. A margine della consegna degli attestati ai 33 partecipanti, si dibatterà dell’importanza di sinergie per il governo di questo settore ad alta complessità sociale e organizzativa, in cui sono necessari nuovi professionisti con specifiche competenze manageriali, tecniche ed operative.

Risorse che dunque, grazie ad una formazione adeguata, siano in grado di far fronte a crisi, disastri e maxi-emergenze ambientali e naturali che, attese o meno previste, possono essere determinate dall’uomo per natura dolosa oppure di natura terroristica.

 

“La positiva esperienza del corso – spiega il prof. Flavio Cruciatti, Direttore del corso – ci ha confermato che sul territorio e non solo (tra i corsisti c’è anche un Vigile del Fuoco di Amatrice che ha partecipato ai soccorsi per il terremoto) l’esigenza di formazione e aggiornamento per gli operatori del settore è molto sentita. Determinante è il contributo che una realtà accademica può fornire per rispondere a questa esigenza, soprattutto in un momento storico come quello attuale, in cui i concetti di emergenza, soccorso, sicurezza, protezione e difesa si sommano tra loro acquisendo nuovi drammatici significati. Questo incontro offrirà l’occasione per confrontarsi sul tema del binomio Risorse umane – Sicurezza, Protezione e Difesa Civile, grazie agli interventi delle autorità civili e militari preposte oltre che di docenti e partecipanti.

 

Il corso, concepito all’interno delle attività di Corporate Social Responsability della LIUC, si inserisce coerentemente nell’ambito del percorso formativo del Sistema di Protezione Civile della Regione Lombardia.

 

 

 

 

 

 

Sabato 20 gennaio 2018

 

PROGRAMMA

         

9.30     Registrazione

 

9.45     Saluti

Michele Graglia

Presidente LIUC – Università Cattaneo

 

10.00  Premesse e introduzione alla Tavola Rotonda

Flavio Cruciatti

Direttore del Corso di Alta Formazione Universitaria “Formatori e Gestori delle Risorse Umane nel Sistema di Sicurezza, Protezione e Difesa Civile”

LIUC – Università Cattaneo

 

10.15  Tavola Rotonda

 

Moderatore

Flavio Cruciatti

 

Partecipanti:

Giorgio Franco Zanzi, Prefetto di Varese

Giovanni Pepé, Questore di Varese

Nicola Gunnar Vincenzi, Presidente Provincia di Varese

Gen. D. Maurizio Riccò, NRDC-ITA, Solbiate Olona

Col. Claudio Cappello, Comandante Provinciale

dell’ Arma dei Carabinieri di Varese

Luciano Traquandi Docente LIUC – Università Cattaneo

Marco Lombardi, Ordinario Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano  

Alberto Caruso De Carolis, UNUCI Gallarate

Martina Farioli, LIUC – Università Cattaneo

 

12.30  Consegna degli attestati ai partecipanti al Corso di Alta Formazione Universitaria  “Formatori e Gestori delle Risorse Umane nel Sistema di Sicurezza, Protezione e Difesa Civile”.

 

 

 

I commenti sono chiusi.