Soccorso in montagna: delicato intervento per recupero di ferito traumatico con il Soccorso Alpino di Piacenza

A Ferriere (PC) un fungaiolo è caduto in una scarpata fratturandosi una gamba. Ecco il delicato intervento di recupero per le squadre di soccorso

IMG-20150825-WA0001Cinque tecnici del Soccorso Alpino, l’eliambulanza del 118, una squadra di Vigili del Fuoco e un’ambulanza della Croce Rossa: questa la task force di soccorritori che nella mattinata di Martedì 25 Agosto ha portato in salvo – con un lungo e delicato intervento – un fungaiolo sessantunenne di Piacenza, scivolato in una scarpata  in località Curletti, nel comune di Ferriere.

Partito in solitaria in cerca di funghi, C.G. – queste le iniziali dell’uomo – è caduto intorno alle ore 08.00 in un punto del bosco particolarmente ripido e reso ancor più insidioso dal terreno bagnato, procurandosi una frattura all’arto inferiore destro. E’ stato lo stesso sfortunato escursionista ad avvertire telefonicamente la centrale operativa del 118, la quale ha prontamente inviato sul posto i tecnici del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione Monte Alfeo di Piacenza,  i Vigili del Fuoco e l’ambulanza della Croce Rossa Italiana, mentre da Pavullo nel Frignano si levava in volo l’elicottero medicalizzato per i soccorsi sanitari in ambiente impervio.

La forte pendenza del terreno, unite alla nebbia  ed alla folta vegetazione, ha reso le fasi di recupero particolarmente difficili: si è reso necessario tagliare alcune piante per permettere ai soccorritori di recuperare l’uomo tramite il verricello. Proprio le condizioni di scarsa visibilità hanno poi indotto l’equipaggio dell’eliambulanza a sbarcare il ferito in prossimità della strada carrozzabile alle ore 11.40 circa, dove l’ambulanza della Croce Rossa lo ha condotto all’Ospedale di Piacenza.

I commenti sono chiusi.