Terapia Intensiva dell'Ospedale di Borgo Trento, Andrea Gresele del Verona fuori da coma farmacologico

Buone notizie dal reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Borgo Trento di Verona: il giocatore della Primavera è stato vittima di un incidente nella notte tra il 6 e il 7 febbraio, nella stazione ferroviaria di Porto Vescovo, quando è rimasto folgorato dalla scarica elettrica di un vagone

Folgorazione del giocatore Andrea Gresele, buone notizie dalla Terapia Intensiva di Verona

Segnali incoraggianti per le condizioni di Andrea Gresele, il diciottenne difensore della Primavera del Verona, fatto uscire dal coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Borgo Trento, dove si trova da dopo essere stato operato d’urgenza per rimuovere un edema cerebrale.

Gresele non ha mostrato rilevanti deficit agli arti inferiori e superiori e nei prossimi giorni il quadro clinico potrà essere più chiaro.

Il giocatore del Verona è stato vittima di un incidente nella notte tra il 6 e il 7 febbraio, nella stazione ferroviaria di Porto Vescovo, quando è rimasto folgorato dalla scarica elettrica di un vagone.

In seguito a ciò è caduto da un’altezza di 4 metri, in seguito alla quale ha riportato un grave trauma cranico, la frattura di una vertebra e l’ustione ad una mano.

Per approfondire:

Ustione: cosa fare, come approcciarla

Ustioni, folgorazioni e assideramento: linee guida di comportamento generale

Camere iperbariche da alta quota per curare l’edema cerebrale

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale Hellas 1903

I commenti sono chiusi.