Terribile incidente ferroviario a Santiago di Compostela. 77 vittime accertate, 143 i feriti. Immagini dei soccorsi

Il primo bilancio del deragliamento del treno a Santiago di Compostela è terribile: 77 morti e 143 feriti. L’incidente è avvenuto ieri sera alle 20:42, quando il treno ad alta velocità Madrid-Ferrol era in prossimità della biforcazione di “A Grandeira”, a soltanto 3 km dalla città di Santiago. Purtroppo però il numero di morti e feriti è destinato a salire, dato che 6 dei 10 vagoni del treno che portava 250 persone, si sono rovesciati.

Non mancano le testimonianze shock, come quella di Ricardo, uno dei superstiti: “Il treno andava molto veloce e alla curva ha cominciato a girarsi, mentre i vagoni sono finiti una sopra l’altro“. Tuttavia tra i testimoni, c’è chi dice di aver sentito un’esplosione, che potrebbe essere stata confusa con il boato provocato dall’urto. Proseguendo nel racconto, Riccardo afferma: “Un sacco di gente è finita schiacciata sul fondo. Il mio vagone stava bruciando già prima che arrivassero i soccorsi. Ho visto coi miei occhi decine di cadaveri“.

Centinaia i soccorritori mobilitati dalle autorità governative spagnole e arrivati in pochissimo tempo sulla scena dell’incidente. Le operazioni di soccorso, tuttavia, non sono ancora concluse ed è ipotizzabile che tutta la giornata di oggi sarà impiegata dai soccorritori per l’estrazione e il trasporto delle vittime e dei feriti dai vagoni rovesciati.

Per la Spagna si tratta senza alcun dubbio dell’incidente più grave della storia ferroviaria moderna: in molti hanno ancora negli occhi l’incidente del 1980, quando  un treno in viaggio fra Madrid e Valencia deragliò, provocando la morte di 27 persone. 

http://youtu.be/lK3SuGAO7bU

I commenti sono chiusi.