Tutela degli orari di lavoro degli autisti soccorritori, la proposta lombarda

La consigliera regionale Fuxia People Maria Teresa Baldini ha presentato alla Regione Lombardia una mozione – protocollata presso gli uffici del Pirellone – che chiede un intervento urgente alla giunta per evitare che gli autisti soccorritori si mettano al volante dell’ambulanza dopo intense giornate di lavoro.

“Guidare un’ambulanza in situazioni di emergenza-urgenza e durante il trasporto di un malato richiede particolare attenzione, spesso nelle ore notturne e nei feriali in Lombardia alla guida dei mezzi di soccorso troviamo volontari che si mettono alla guida dopo aver svolto una giornata lavorativa in qualsiasi altro settore” spiega nel testo della mozione la Baldini. “Se da un lato gli autisti dipendenti di enti, associazioni o cooperative svolgono esclusivamente quella mansione, con orari limitati e precisi – continua – gli autisti volontari possono mettersi alla guida in emergenza e trasportare un paziente anche essendo alla ventiquattresima ora di veglia”. “La mozione che ho presentato – chiude Baldini – vuole tutelare in primis l’operato dei volontari, ma anche l’incolumità dei pazienti e di tutti gli utenti della strada. Proprio nei giorni scorsi abbiamo avuto un ulteriore esempio che per guidare un’ambulanza bisogna fare molta attenzione, con un’unità mobile di rianimazione che è rimasta coinvolta in un incidente in superstrada nel perugino: fortunatamente in quel caso non ci sono stati danni a persone, ciò non toglie che sia stato un evento esemplare”.

I commenti sono chiusi.