Valutare la sopravvivenza a lungo termine nei pazienti con STEMI sottoposti a PCI con o senza OHCA

In attesa dei prossimi studi che saranno presentati al congresso IRC di Genova (13 e 14 ottobre, clicca qui) e in attesa degli studi che saranno presentati all’ERC in Germania (clicca qui) riprendiamo del materiale molto interessante che è stato proposto al Congresso IRC di Milano del 2016. In quella sede è stato presentato uno studio per valutare la sopravvivenza a lungo termine dei pazienti con STEMI sottoposti ad angioplastica, dopo arresto cardiaco extra ospedaliero.

Lo studio è retrospettivo, e ha coinvolto 742 pazienti con STEMI trattati con PCI tra il 2011 e il 2014 presso l’IRCCS San Matteo di Pavia. 50 di questi pazienti hanno avuto un arresto cardiaco extraospedaliero, mentre 692 non hanno avuto questa complicazione.
Sono stati valutati anche i dati clinici e pre-ospedalieri e della mortalità intra-ospedaliera a quattro anni.

Lo studio è stato realizzato dal dottor Simone Savastano, divisione di cardiologia della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, con il lavoro di G. Iannopollo, S. Savastano, M. Ferlini, G.Crimi, A. Repetto, B. Marinoni, M. Ferrario, C. Mosca, E. Baldi, M. Raimondi, F. Canevari, M Guerci, GM De Ferrari, L. Oltrona Visconti, S. De Servi.

GUARDA TUTTI I POSTER IRC SU EMERGENCY LIVE

I commenti sono chiusi.