Voli Covid free da Fiumicino, il ‘modello Lazio’ finisce sulla Bbc

Covid free su voli da Fiumicino. “’Tickets, passport and compolsuring negative test result. Welcome on board europe first Covid free flight!‘. E’ il messaggio con cui la BBC ha annunciato la partenza ieri dall’Aeroporto di Fiumicino dei primi voli Covid Free.

SPERIMENTAZIONE VOLI COVID FREE PRIMA IN EUROPA

Una sperimentazione, prima in Europa, per mettere in sicurezza il trasporto aereo e permettere una ripresa del settore.

L’iniziativa, partita per due voli sulla tratta Roma-Milano nata dala collaborazione della Regione Lazio, AdR e Alitalia, prevede il trasporto solo di passeggeri risultati negativi al Covid-19, dopo aver eseguito il test antigenico rapido prima di imbarcarsi o aver presentato la certificazione di un tampone molecolare (test PCR) o antigenico effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza del volo.

I nuovi voli Covid Free dall’Italia e i suoi test aeroportuali potrebbero essere il modo per evitare la quarantena di massa della Gran Bretagna e di altri e per attirare i passeggeri a bordo?

E’ la domanda del giornalista Mark Lowen che ha firmato il servizio della BBC.

L’Italia e il Lazio sono pronti per aprire la strada a un cielo sicuro e libero dalla pandemia”.

Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

MODELLO LAZIO ESALTATO ANCHE DA THE GUARDIAN: MA COSA SONO I VOLI COVID FREE?

L’approccio della Regione Lazio sembra vivere un legame di particolare appeal, nel mondo britannico: è di una decina di giorni fa un articolo molto dettagliato su The Guardian che lodava l’approccio del Lazio verso la Sardegna.

Dal 16 settembre, poi, due voli Roma Fiumicino-Milano Linate di Alitalia, sui 7 operativi sulla tratta, trasporteranno solo passeggeri risultati negativi al Covid-19, dopo aver eseguito il test antigenico rapido prima di imbarcarsi o aver presentato la certificazione di un tampone molecolare (test PCR) o antigenico effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza del volo.

E’ quanto si legge in una nota.

Questa iniziativa, frutto della collaborazione fra Alitalia, Aeroporti di Roma e Regione Lazio, punta a far partire i primi voli con a bordo esclusivamente passeggeri sottoposti a uno screening preventivo con esito di negatività al Covid-19.

VOLI COVID FREE, DOPO IL PROGETTO PILOTA APERTURA AI RIMANENTI VOLI?

In funzione dei riscontri ottenuti, in una fase successiva, questa proposta potrebbe essere estesa ad altri voli con particolare riferimento a collegamenti internazionali e intercontinentali da e verso origini con situazioni epidemiologiche di maggiore attenzione o per le quali, in assenza di screening preventivo o altre misure precauzionali speciali, vigono attualmente obblighi di isolamento fiduciario o altre restrizioni.

L’iniziativa si pone dunque l’obiettivo di avviare un percorso di ripresa del traffico, in particolare sui flussi di maggior rilevanza per il Paese, e più in generale per rafforzare la fiducia dei viaggiatori nei confronti dell’aereo che rimane il più sicuro fra i mezzi di trasporto grazie a tutti i protocolli e le soluzioni adottate dal settore aeronautico a difesa della salute dei passeggeri, degli equipaggi e di tutti gli operatori aeroportuali, come i filtri Hepa a bordo degli aeromobili che permettono un ricambio completo dell’aria in cabina ogni 2-3 minuti.

Ma anche tutti gli interventi adottati negli aeroporti per assicurare i più elevati standard di sicurezza: dall’attività di sanificazione, fino alla rimodulazione degli spazi interni per garantire il distanziamento sociale, all’installazione di dispenser di gel igienizzante e termoscanner.

PER APPROFONDIRE:

GRAN BRETAGNA, I DATI NHS SULLE AGGRESSIONI AI SOCCORRITORI IN U.K.

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.