Piano antincendio boschivo 2014, la Sardegna vuole un altro Canadair

“Vogliamo altri mezzi a disposizione da parte dello Stato, perché la Sardegna ha una conformazione difficile da coprire ed è indispensabile avere una struttura adeguata per affrontare ogni situazione d’emergenza”. A dirlo è stata l’assessore all’ambiente della regione sarda Donatella Spano, alla presentazione del piano antincendi per l’estate 2014. Sull’isola mediterranea sono giunti due Canadair e un elitanker. Troppo poco secondo l’amministrazione regionale per garantire un’adeguata copertura del territorio. “Vogliamo sapere se saranno messi a disposizione un nuovo elitanker o un nuovo canadair. Insisteremo per avere altri mezzi”. Ma la Sardegna pare essere già ben attrezzata per le situazioni d’emergenza, grazie alle quattro basi operative di Pula, Villasimius, Mandas e Santa Teresa, agli 11 elicotteri, alle 600 autobotti ai quasi 10.000 volontari attivi. Saranno aperte le basi stagionali di San Teodolo e della Maddalena. E’ possibile che vengano anche attivati due distaccamenti extra a Orosei e a Carloforte. La spera per il piano antincendio 2014 è di 56 milioni di euro.

I commenti sono chiusi.