Servizi sanitari e assistenza alla gravidanza nel Regno Unito

Nel Regno Unito il NHS (National Health Services) ha un piano ben strutturato e facilmente accessibile per la cura della donna durante la gravidanza.

Dal 2010 ad oggi c’è stata una riduzione del 18,8% dei bambini nati morti [3], una riduzione del 5,8% della mortalità neonatale [4] e una riduzione dell’8% della mortalità materna [5].

La valutazione del Saving Babies Lives Care Bundle (SBLCB), che sostiene l’obiettivo di migliorare le nascite, ha registrato una riduzione del 20% del tasso di bimbi nati morti nelle unità di maternità nelle quali sono stati implementati i pacchetti.

Gravidanza nel Regno Unito, ecco il percorso di cura della donna

L’indicazione data a tutte le donne, immediatamente, è quella di consultare un’ostetrica o un medico di medicina generale non appena viene rilevata una gravidanza.

Dopo questo passo iniziale viene organizzata un’assistenza prenatale.

Viene sottolineata l’importanza di avere appuntamenti prenatali regolari, per tenere sotto controllo vari parametri essenziali in una gravidanza senza problemi.

Alcuni dei test e delle misurazioni devono essere effettuati in momenti specifici, e vengono monitorati e guidati dalle ostetriche assegnate, man mano che la gravidanza progredisce.

Un’ostetrica facilita le cure durante la gravidanza e ha esperienza nel parto normale.

Le ostetriche sono appositamente formate per assistere le madri e i bambini durante la gravidanza, il travaglio e il parto.

I servizi sanitari sono forniti dal servizio sanitario nazionale:

  • 10 appuntamenti per la gravidanza (7 se la donna ha già avuto un figlio)
  • I test di screening sono offerti durante le varie fasi della gravidanza. Il test per la falcemia e la talassemia viene offerto già a circa 10 settimane di gravidanza. Inoltre, gli esami del sangue per l’HIV, l’epatite B e la sifilide sono consigliati fin dalle prime fasi della gravidanza. Questi esami del sangue devono essere effettuati prima del primo appuntamento per l’ecografia. Uno screening per la sindrome di Down, la sindrome di Edwards e la sindrome di Patau viene effettuato intorno alle 11-14 settimane di gravidanza. Ulteriori scansioni per controllare lo sviluppo del bambino vengono effettuate intorno alle 18-21 settimane di gravidanza.

Il ruolo dell’ostetrica nella gravidanza nel Regno Unito

In alcuni ospedali un’ostetrica è presente per controllare se ci sono complicazioni, ma in altri ospedali l’ostetrica o il medico di famiglia indirizzano un’ostetrica se hanno qualche preoccupazione o se c’è stata una storia di complicazioni precedenti.

Un’epidurale viene, se ritenuta necessaria, somministrata da un anestesista per alleviare il dolore durante il travaglio.

In caso di parto cesareo, un anestesista fornisce l’anestesia appropriata.

L’anestesista è presente se è necessaria un’epidurale per un parto strumentale, con l’aiuto di un forcipe, o di un parto sottovuoto.

Il parto assistito con vuoto è effettuato da un dispositivo chiamato ventouse, che è un dispositivo di aspirazione a forma di coppa che viene fissato alla testa del bambino per aiutarlo a nascere.

Un pediatra controlla poi il bambino per assicurarsi che stia bene, soprattutto nei casi in cui il travaglio era difficile per la madre.

Le infermiere neonatali si prendono cura dei bambini prematuri o malati al momento della nascita.

Un fisioterapista ostetrico aiuta a far fronte ai cambiamenti fisici durante e dopo la gravidanza e il parto.

Il servizio sanitario nazionale esamina e analizza ogni anno i dati relativi alla gravidanza e alle cure per analisi statistiche.

I nati morti morti di quiescenza, i decessi neonatali precoci, i casi di gravi lesioni cerebrali nei neonati, così come i decessi materni, sono esaminati dall’Healthcare Safety Investigation Branch.

La maggior parte dei fornitori di maternità utilizzano lo strumento di revisione della mortalità perinatale.

Questo assicura una revisione di alta qualità delle circostanze e delle cure che portano e circondano ogni parto morto e morte neonatale.

Articolo per Emergency Live di Irawati Elkunchwar

Per approfondire:

Salute materno-infantile, in Nigeria una donna ogni ventidue perde la vita durante la gravidanza o per l’evento parto

III Congresso dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (Waidid): in gravidanza proteggersi da influenza e pertosse

I neonatologi (Sin): “Contraendo il Covid a fine gravidanza, aumentano del 10% i parti pretermine”

Read The English Article

Fonte:

Protecting Human Rights in Childbirth

https://bmcpregnancychildbirth.biomedcentral.com/

Ufficio Nazionale di Statistica (2018) Tabelle riassuntive delle registrazioni di decessi – Inghilterra e Galles. Disponibile su https://www.ons.gov.uk

Ufficio per le statistiche nazionali (2018) Mortalità infantile in Inghilterra e Galles. https://www.ons.gov.uk/

MBRRACE-UK (2018) Salvare vite, migliorare la cura delle madri.

https://www.npeu.ox.ac.uk/mbrrace-uk/reports

https://www.longtermplan.nhs.uk/

I commenti sono chiusi.