Terzo settore, arriva la proposta di riforma Renzi

Matteo Renzi risponde alle sollecitazioni del volontariato e del terzo settore, presentando dopo le promesse fatte a Lucca, un mese fa, il testo di discussione per la riforma del terzo settore italiano. La sintesi della discussione porterà un ddl delega che sarà in Cdm il 27 giugno. Si parla di una nuova forma di leva, non più militare ma “di difesa della Patria” per arruolare giovani che vogliano affrontare il servizio civile, che diventerebbe a questo punto “universale”.

PUOI SCARICARE E LEGGERE IL DOCUMENTO CLICCANDO QUI

“Esiste un’Italia generosa – ha scritto Matteo Renzi in un comunicato del Governo – e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E’ l’Italia del volontariato, della cooperazione sociale, dell’associazionismo no-­profit, delle fondazioni e delle imprese sociali. Lo chiamano terzo settore, ma in realtà è il primo.Noi crediamo che profit e non profit possano oggi declinarsi in modo nuovo e complementare per rafforzare i diritti di cittadinanza attraverso la costruzione di reti solidali nelle quali lo Stato, le Regioni e i Comuni e le diverse associazioni e organizzazioni del terzo settore collaborino in modo sistematico per elevare i livelli di protezione sociale, combattere le vecchie e nuove forme di esclusione e consentire a tutti i cittadini di sviluppare le proprie potenzialità. Tre gli obiettivi dichiarati: costruire un nuovo “welfare partecipativo”

 

«Accogliamo con soddisfazione e orgoglio il ruolo che il premier Renzi assegna alle cooperative sociali e alle imprese sociali quali attori più capaci di creare crescita e occupazione. La proposta di Servizio Civile Universale per 100.000 giovani sia avviata al più presto. L’emergenza per la disoccupazione giovanile è ora. Ricordiamo che un giovane su tre impegnato nel servizio civile, nelle nostre cooperative sociali, viene poi assunto». Così Giuseppe Guerini, portavoce dell’Alleanza delle Cooperative Sociali commenta le Linee Guida per la riforma del terzo settore annunciate, via twitter, dal presidente del consiglio.

I commenti sono chiusi.