Croce Rossa: Solferino 2019, al via domani alla tradizionale fiaccolata

Massiccia presenza per 100 anni di Federazione Internazionale e raduno giovani del movimento.

Solferino, 21 giugno 2019 – Al via, domani, la tradizionale Fiaccolata attraverso la quale circa 10.000 volontari e operatori della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa si ritroveranno nei luoghi in cui, nel 1859, si svolse la battaglia di Solferino e dove Henry Dunant ebbe l’Idea di fondare quella che, negli anni, è diventata la più grande associazione di volontariato del mondo. Grandissima la partecipazione internazionale e di giovani del Movimento, con oltre 130 delegazioni di Società Nazionali, visti i due grandi eventi collegati all’edizione 2019: il 100° Anniversario della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) e la quarta edizione dell’International Youth Meeting, sempre dell’IFRC.

La storia

Il 24 giugno 1859, seconda guerra di Indipendenza, è la data della battaglia di Solferino e San Martino che, in tutto il mondo, viene associata al nome di Henry Dunant il quale, proprio qui, maturò l’idea di creare una grande associazione di volontariato, quella che divenne la Croce Rossa e che, per questa idea trasformata in realtà, ricevette il premio Nobel nel 1901.

Sabato 22 giugno #AccendiLaFiaccola

Domani, sabato 22 giugno, dopo il consueto incontro tra gli ospiti internazionali e i vertici dell’Associazione a piazza Castello a Solferino, la Fiaccolata, che partirà alle ore 19,00 circa, ricreerà simbolicamente quei momenti storici di nascita dell’umanitarismo moderno, lungo il tragitto percorso dai soccorritori che trasportarono i feriti durante la battaglia, e chiuderà la settimana di incontro, scambio, lavoro e condivisione dei volontari di tutto il mondo. Un appuntamento unico e suggestivo illuminato dalla luce di migliaia di fiaccole che, insieme all’entusiasmo dei volontari, farà rivivere la magia di una storia indimenticabile.

Il Red Cross Camp

Da lunedì 17, fino a domenica 23 giugno, presso località Ghisiola, a Castiglione delle Stiviere, è stato allestito un campo dedicato all’accoglienza delle migliaia di volontari provenienti da ogni parte del mondo. La macchina operativa della Croce Rossa ha allestito un attendamento in grado di soddisfare tutte le necessità del personale e dei volontari che partecipano all’evento. Nell’edizione di quest’anno, inoltre, è stata dedicata al tema dell’accessibilità un’attenzione particolare al fine di rendere il Red Cross Camp accessibile a tutti, abbattendo le barriere architettoniche per agevolare chi vive disagi legati alla mobilità.

Verranno distribuiti in totale 25mila pasti in tutta la settimana dedicata all’evento, destinati ai 2.500 ospiti del campo attendato che è munito di un Posto Medico Avanzato dedicato al primo soccorso e alle emergenze sanitarie.

I commenti sono chiusi.