Puglia, 118 sotto organico. La video denuncia di un soccorso difficile

BARI – A Gravina di Puglia la situazione per i soccorritori non è affatto semplice. Nei giorni scorsi – come denuncia il Quotidiano Italiano nell’articolo di Pasquale Amoruso – il personale del 118 sulle ambulanze è stato ridotto. Gli operatori devono quindi lavorare in condizioni estreme, soprattutto se ci si trova nei centri storici di paesi piccoli e antichi come Gravina di Puglia. Tre soccorritori – un medico, un autista e un’infermiera – hanno effettuato un intervento per il ricovero di un grande obeso. Nel video pubblicato è evidente come soltanto 3 persone non possano operare con serenità e sicurezza. L’ambulanza, rimasta lontana dal punto di intervento e senza presidio, è difficile da raggiungere, a causa della strada tortuosa e sconnessa. La fatica per il soccorso a questo paziente speciale ha messo in crisi i volontari. Tanto che ad un certo punto sono dovuti intervenire dei passanti per aiutare il 118 ad eseguire il suo lavoro. Tutto perché il coordinamento locale – come denuncia il Quotidiano Italiano – ha ridotto gli equipaggi a bordo delle ambulanze. In questo caso inoltre, si è corso anche qualche rischio per il personale stesso, che era sotto organico di 2 unità.

 

 

I commenti sono chiusi.