Soccorso alpino lombardo: quasi 300 interventi nel 2013

Il Servizio Regionale Lombardia del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico ha presentato in questi giorni il rapporto delle attività di soccorso svolte nell’anno 2013 dalle Delegazioni operative nella regione: V Bresciana, VI Orobica, VII Valtellina – Valchiavenna, XIX Lariana e IX Speleologica.

Danilo Barbisotti, riconfermato Presidente regionale della struttura per il 2014-2016, esprime la propria soddisfazione in merito. Il confronto dei dati del 2012-2013 evidenzia la stabilizzazione degli interventi e persone coinvolte. Gli anni 2012 e 2013 risultano ancora più positivi se paragonati al 2011, anno considerato “nero”.

Il 2013 appena concluso risulta stabile per numero e tipologia degli interventi effettuati, con un totale di 985 operazioni di soccorso svolte, 61 delle quali in ambito di ricerca di persone disperse e 17 di protezione civile. I soccorritori impiegati in queste operazioni sono stati 3470 più 9 unità cinofile da ricerca in valanga e 10 per la ricerca in superficie.

Balza sicuramente all’occhio il numero di interventi effettuati in elicottero: 578 su 985. L’elisoccorso è diventato ormai un mezzo insostituibile per raggiungere e soccorrere in breve tempo luoghi di infortuni. In Lombardia, le basi di elisoccorso attive sono 5: Milano, Brescia, Bergamo, Sondrio e Como.

Stazionario invece il numero dei volontari che operano sul territorio lombardo: 985 persone di cui 933 uomini e 52 donne, la cui età va dai 31 ai 64 anni. Si spera di raccogliere nuovi giovani che, dopo vari training e tappe di formazione, diano continuità e portino avanti il lavoro del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Danilo Bisotti ha ricordato: “l’attività del Soccorso Alpino non è limitata alle attività di soccorso, ma si estende anche ad attività di prevenzione e formazione“.

Con “Sicuro in Montagna”, macroprogetto realizzato per fornire indicazioni per la prevenzione di incidenti in montagna in ogni stagione, sono stati creati opuscoli e giornate dedicate all’argomento come “Sicuri con la neve”, “Sicuri sul sentiero”, “Sicuri in ferrata”, “Sicuri in falesia” e tanti altri. Si tratta di una collana di pubblicazioni contenente consigli preziosi per godere della montagna in sicurezza.

 

I commenti sono chiusi.