Endoscopia

Definizione

L’Endoscopia è una metodologia di esplorazione di alcune parti del corpo. Si ricordi a tal fine che può essere applicata su parti precise del nostro organismo: endoscopia nasaleendoscopia rettaleendoscopia prostaticaendoscopia toracicaendoscopia digestiva ecc.

L’endoscopia viene effettuata attraverso l’endoscopio che è semplicemente un tubo ottico munito di microcamere che trasmettono le immagini in uno schermo.

Inoltre vengono utilizzati endoscopi di calibro e lunghezza diversi a seconda della regione corporea da esplorare. I progressi tecnologici hanno permesso di applicare all’estremità degli endoscopi una piccolissima telecamera che proietta l’immagine direttamente sullo schermo televisivo (videoendoscopia).

In questo modo è possibile seguire l’esame del paziente direttamente sul monitor, registrarlo ed archiviare le immagini delle diverse patologie. L’archiviazione delle immagini è davvero molto utile per un confronto nelle successive visite di controllo. La completa igiene e sterilità degli endoscopi devono essere garantiti dall’utilizzo di appositi liquidi disinfettanti capaci di eliminare batteri e virus.

L’endoscopia è l’indagine diagnostica indispensabile per tutte le malattie di origine gastroenterologica, dato che permette sia di individuare e tipizzare le patologie benigne, sia di prevenire, monitorare e curare quelle che sono di origine maligna. L’importanza di questi esami, alcune volte davvero decisivi per il benessere, deve indurre a superare pudori e talune tipiche resistenze.

I commenti sono chiusi.