Iperreflessia

Definizione

Accentuazione abnorme dei riflessi tendinei, riflesso achilleo, riflesso rotuleo ecc., valutati di solito nel corso di un esame neurologico con la percussione attraverso un martelletto sull’inserzione tendinea di un muscolo. In realtà, a essere stimolato non è il tendine, ma il fuso neuromuscolare.

Effetti

L’iperreflessia può essere tale da causare una risposta multipla, detta riflesso policinetico, che può dar luogo al clono, cioè una successione rapida e ritmata di contrazioni e decontrazioni muscolari.

Poiché le risposte motorie riflesse sono sotto il controllo di centri nervosi situati a livello del tronco cerebrale, del cervelletto e della corteccia, dai quali provengono stimoli inibitori, una iperreflessia si manifesta ogni volta in cui sono alterate le vie nervose che dai centri superiori si dirigono ai centri del midollo spinale.

Patologie

Una iperreflessia assume carattere patologico solo se associata ad altri sintomi di lesione neurologica, manifestandosi anche in altre condizioni come ipertiroidismo, stati d’ansia o di ipereccitazione.

Cause

L’iperreflessia può essere la conseguenza di una ipersensibilità dei centri spinali, ipereccitabilità sensitiva, emotiva, farmacologica ecc. o di anomalie del fisiologico tono inibitorio dei centri cerebrali su quelli spinali come lesioni corticali o delle vie nervose piramidali.

I commenti sono chiusi.