L'emblema della Croce Rossa sul Monte Bianco para um messaggio di fratellanza and gratitudine ai soccorritori

Scalare il Monte Bianco por depor um messaggio di fratellanza e onorare tutti coloro che ogni giorno mettono a rischio la propria vita per fuggire da contesti drammatici o soccorrere chi ha bisogno di aiuto

“Progetto 4.810” sul Monte Bianco, una nuova edizione

Un'impresa denominata “Progetto 4.810” e già programmata più volte che oggi, a distanza di 5 anni, finalmente si é realizzata grazie alla tenacia di Piero Altissimi, istruttore nazionale SMTS (Soccorso con Mezzi e Tecniche Speciali) della Croce Rossa Italiana, e Mauro Pizzuti, membro da esquadra SMTS Celso del Comitato CRI di Roma - Municipio 13-14 e grazie alla colaborazione degli uomini del soccorso alpino della Guardia di Finanza del Comando di Courmayeur.

Grazie al loro coraggio e alla loro straordinaria preparazione, infatti, la bandiera della Croce Rossa Italiana em queste ore sventola sulla cima più alta d'Europa portando con sé il simbolo del soccorso umanitario e un messaggio di speranza che recita: “dedicato a coloro che si adoperano giorno dopo giorno per un mondo dove regni pace e amore ”.

Proprio con questo spirito, infatti, nasceva l'idea di ascesa del massiccio nel 2016, anno in cui si contavano ben 10 conflitti armati nel mondo e mais 400 mila vittime tra profughi, volontari, giornalisti e operatori sanitari.

Un'iniziativa nobile, abbandonata la prima volta a causa della tragica scomparsa di Pietro Passaretti - Volontario CRI morto dopo essere caduto durante a un'esercitazione in un crepaccio sul versante italiano del massiccio - che solo nel 2020, con l'approvazione del Comitato Nazionale CRI , del command generale della Guardia di Finanza e il plauso dell'anziana madre di Pietro, é o mais possível riprendere.

Il progetto, che ora avrebbe aquisito un nuovo and più profondo valore in ricordo del collega e amico scomparso, é stato poi nuovamente rallentato a causa della pandemia di Covid-19, e si conclui oggi, dopo una dura ma emozionante scalata, con il tragadio dedicato a Pietro e a quanti, nel mondo, fanno dei principi umanitari il vero faro che ci spinge em alto.

Para saber mais:

Esodo estivo: Croce Rossa con Autostrade per l'Italia e Polizia per l'assistenza sanitaria ai viaggiatori

Varese, mostra sulla storia della Croce Rossa: foto e cimeli sulle due guerre mondiali

Fonte dell'articolo:

Sito CRI

Você pode gostar também