La pandemia vissuta da un soccorritore: l'esperienza di Stephane Jaccard e la soluzione di SuisseRessources

La pandemia da Covid-19 é stata vissuta sulla propria pelle da ciascun singolo soccorritore, em ogni parte del mondo

E dall'esperienza di Stéphane Jaccard é nata uma solução all'impatto pericoloso e talvolta tragico che la pandemia ha avuto sui soccorritori e sulle persone em geral.

E 'dalla propria trentennale esperienza che la sua SuisseRessources ha fatto scaturire la confezione tascabile contenente una maschera chirurgica di type II and una soluzione idroalcolica of portare con sévunque si vada.

Abbiamo chiesto un'intervista al signor Jaccard, soccorritore volontario em Svizzera e fundador di SuisseRessources, che ci ha gentilmente concesso

1) L'emergenza Covid em Svizzera: come si è sviluppata e qual è la situazione attuale?

“Nel marzo 2019, lo stato svizzero ha dichiarato lo stato di crisi, una procedura è stata istituita molto rapidamente, ogni cantone secondo le cantonali diretivo ha creato un'operazione specifica per le emergenze“ nel loro cantone ”.

Um sistema de escalação com base no número de casos determinava o grau de sicurezza ou de proteção para operadores gli 'ambulância.

Por exemplo: de um solo de maschera de tipo IIR a FFP2 con tuta Tivex.

Quando un paziente poteva essere contaminato, gli autisti dell'ambulanza intervivano con un primo soccorritore all'interno della casa e il secondo fuori dalla casa, tranne in case di rianimazione!

La situazione attuale si basa ancora sullo stesso principio, oggi abbiamo 2.500 casi al giorno ”.

2) Lei é um soccorritore da molto tempo: che impatto ha avuto la pandemia sul lavoro di soccorso in Svizzera?

“Sono sul campo de 32 anni, e fondamentalmente non è cambiato nulla, le emergenze pre-ospedaliere sono sempre le stesse.

D'altra parte, a gestão de uma crisi sanitaria com mezzi que não foram adultos durante o período de parossistica.

Ora, lo Stato tem investido e noi abbiamo i mezzi per reagire durante a nova ondada de Covid-19 em particular!

Gli autisti delle ambulanze hanno dovuto adattarsi a lavorare in questo type di contesto, per proteggersi meglio ou in modo diverso, in particolare lavorando con abiti mais pesanti e meno práticos come il Tivex ”.

3) Dalla sua esperança, l'idea di risolvere un problem: ci parla del Pocket Box di SuisseRessources?

“L'idea del kit Pocket-Box è venuta quando ero costretto a letto con dispnea a causa del Covid-19 nel marzo 2019.

Ho voluto cria um kit che ad oggi non esiste nesta forma, doveva responde e una protezione all-in-one: maschera e gel.

Il mio primo obiettivo era la protezione individual delle persone, il secondo era dare lavoro alla mia regione quando molte aziende stavano chiudendo.

Ouse lavoro a persone in difficoltà ea istituzioni per disabili.

Siamo stati molto colpiti, per esempio, nel mio cantone, 44% delle persone sono state licenziate nel setore della ristorazione / alberghiero ”.

Un'iniziativa quindi utile su tutti i fronti, che mantiene intatta la propria utilità, in questa Europa alle prese com a quarta ondata del coronavirus.

Non rimane che fare proprio l'invito implicito che giunge dalla Svizzera: proteggiamoci, e curiamo con grande attenzione la nostra igiene.

PER VISIONARE I PRODOTTI SUISSERESSOURCES VISITA LO STAND EM EMERGENCY EXPO

Guarda l'intervista a Stéphane Jaccard (SuisseRessources) nella versione integrale:

Para saber mais:

Protezione durante il soccorso: i prodotti SuisseRessources ad Emergency Expo

Il Commissario per l'Emergenza Figliuolo: “Le misure contro il Covid dureranno por un lungo periodo”

Pfizer cede la licenza della sua pillola anti Covid ai Paesi na via di sviluppo

Fonte dell'articolo:

Expo Emergência

SuisseRessources site ufficiale

Você pode gostar também