Covid in Italia, Fondazione Gimbe: „Impennata dei contagi, +58,9% in una săptămână”

În săptămână 15-21 iunie și noi casi Covid în Italia sunt stati 255.442. In aumento anche i ricoveri ordinari, +14,4% si terapie intensiva +12,6%

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella săptămână 15-21 iunie 2022, comparativ cu precedentele, un aumento di nuovi casi (255.442 vs 160.751, pari a +58,9%) și o diminuzione dei decessi (337 vs 416, pari a - 19%, di cui 52 riferiti a periodi precedenti).

In calo i casi actual positivi (599.930 vs 603.882, -3.952, pari a -0,7%) e le persone in isolamento domiciliare (594.921 vs 599.500, -4.579, pari a -0,8%), in timp ce cresteno i ricoveri cu simptome (4.803 vs 4.199, +604, pari a +14,4%) e le terapie intensive (206 vs 183, +23, pari a +12,6%).

Assistiamo a una netta impennata dei nuovi casi settimanali, +58,9% rispetto alla settimana precedente- declara il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta- che si attestano intorno a 255mila cu un media mobile a 7 zile che supera quota 36 mila casi al ziua'.

În settimana 15-21 iunie l'incremento percento dei nuovi casi Covid și se înregistrează în toate regiunile d'Italia: dal +31,3% della Valle d'Aosta al +91,5% del Friuli-Venezia Giulia

Rispetto alla settimana precedente, solo în 2 provincii și înregistrați o reducere de noi casi (Caltanissetta -10,2% și Vibo Valentia -10,2%), în timp ce salgono da 99 a 105 le province in cui și rileva un aumento (dal +5,6% din Crotone la +131,7% din Reggio Calabria).

În 16 provincii l'incidenza supera i 500 casi la 100.000 de locuitori: Cagliari (934), sud Sardegna (705), Roma (635), Ragusa (607), Palermo (602), Venezia (592), Rimini (583), Catania (583), Treviso (580), Siracusa (579), Forlì-Cesena (570), Ravenna (555), Udine (526), ​​Terni (505), Foggia (503) și Bologna (502).

Per quanto riguarda le nuove variante la sondajul flash dell'Istituto superiore di sanità condotta su campioni del 7 iunie confirma l'aumentata prevalenza delle sotto-varianti BA.4 e BA.5, respectivee all'11,4% (interval 0-32,3 ,23,2%) e al 8% (interval 100-2%), a scapito della BA.63 che scende al 0% (interval 85,7% – XNUMX%).

COVID IN ITALIA: VARIANTI BA.4 e BA.5 PIÙ TRASMISSIBILI DI BA.2

„Gli ampi margini di incertezza- spiega Cartabellotta- sono determinati da un campionamento statistico insufficiente che, together alla cadenza mensile della flash survey, indicano che le attività di sequenziamento nel nostro Paese non sunt state adeguatamente potenziate per rispondere tempestivamente alla diffusione di nuove varianti” .

Al momento evidenze e dati confirmano che BA.4 e BA.5 non si associano ad una maggior gravità della malattia Covid-19, ma sunt più transmisibili di BA.2 ed au o mai mare capacitate de evadere la protectia immunitaria da vaccino e da pregressa infectie, crescând probabilitatea de reinfectie.

„L'eventuale impatto sui ricoveri ospedalieri delle nuove varianti- commenta Cartabellotta- dipende dall'entità nell'aumento dei casi, oltre che dai tassi di copertura vaccinale della popolazione con tre dosi, o quattro nelle persone vulnerabili”.

Secondo l'ultimo report dell'Istituto superiore di sanità, nel periodo 24 august 2021-12 iunie 2022 sunt state registrate in Italia oltre 532mila reinfezioni, pari al 4% del total dei casi.

La loro incidenza nella settimana 9-15 iunie si è attestata al 7,4% (13.152 reinfezioni), in aumento rispetto alla settimana precedente (6,3%).

„Riscul de reinfectie – subliniază Cartabellotta – este mai mare pentru anumite categorii: persoanele cu vârsta de 12-49 ani față de peste 50 de ani, femeile față de oameni, persoanele cu prima diagnostică de Covid-19 notificate peste 210 de zile, le persone non vaccinate, che presentano il rischio maggiore di reinfectie, o vaccinate con minimum una dose da oltre 120 days, gli operatori sanitari rispetto al resto della popolazione'.

Si registra un aumento del numero dei tamponi totali (+12,6%): da 1.155.381 della săptămână 8-14 iunie 2022 a 1.300.905 della săptămână 15-21 iunie 2022.

In particolare i tamponi rapidi sono aumentati del 16,1% (+139.103), în timp ce cei molecolari sunt aumentati del 2,2% (+6.421).

Media mobile a 7 giorni del tasso di positività sale dal 6,9% al 9,5% per i tamponi molecolari e dal 16,3% al 23% per gli antigenici rapidi. 'Sul fronte degli ospedali- afferma il direttore operativo della Fondazione Gimbe, Marco Mosti- l'incremento dei nuovi casi ha determinato un'inversione di tendenza nei ricoveri sia in area medica, +14,4%, che in terapia intensiva, +12,6 ,XNUMX%)'.

In particolare, in area critica dal minimo di 183 del 12 iunie i posti letto ocupati sono saliti a 206 il 21 giugno; in area medica, invece, dopo aver toccato il minimo di 4.076 l'11 giugno, sono risaliti a quota 4.803 il 21 giugno.

Al 21 iunie il tasso nazionale di occupazione da parte di pacienti Covid este del 7,5% in area medical (dal 3,6% del Piemonte al 17,2% di Umbria e Sicilia) si del 2,2% in area critica ( dallo 0% di Basilicata e provincia autonoma di Trento al 7,7% della Valle d'Aosta).

„In lieve aumento gli ingressi giornalieri in terapia intensiva- precis Mosti- con una media mobile a 7 days di 23 ingressi/die rispetto ai 20 a week precedente”.

ITALIA, SCENDONO I DECESSI PER COVID

Tornano a scendere i decessi: 337 negli ultimi 7 giorni (di cui 52 referiti a periodi precedenti), cu una media di 48 al giorno rispetto ai 59 a săptămânii precedente.

La 22 iunie (aggiornamento ore 6.16) l'88,1% della platea (50.797.838) a primit almeno o doză de vaccin (+8.611 față de settimana precedentă) și l'86,6% (49.920.755) a completato il ciclo vaccinale (+13.047 față de toate săptămânile precedente).

Nella settimana 15-21 iunie diminuiscono i noi vaccinati: 2.981 comparativ cu 3.253 la săptămână precedentă (-8,4%). Di questi, il 36,2% este reprezentato dalla fascia 5-11: 1.078, cu una riduzione del 11,3% față de toată settimana precedentă.

Cala tra gli over 50, più a risk di malattia grave, il numero di new vaccinati che si attesta a quota 805 (-8,9% respect all week precedente).

La 22 giugno (aggiornamento ore 6.16) sunt 6,85 milioane de persoane de vârstă superioară a 5 ani, care nu au primit nici o doză de vaccin, cu 4,03 milioane de milioane de vaccinați, parțial la 7% de la platea cu nette diferențe regionale. : dal 4,1% della provincia autonoma di Trento la 10,2% della Calabria și 2,82 milioane protejate în același timp în ceea ce privește garanția Covid-19 de la meno di 180 de zile, cu 4,9% de la platea cu nete diferențe regionale : dal 3,0% del Molise la 9,7% della provincia autonoma di Bolzano.

Al 22 giugno (aggiornamento ore 6.16) nella fascia 5-11 anni sono state somministrate 2.584.435 dosi: 1.395.562 hanno primit almeno 1 dose di vaccino (di cui 1.272.988 hanno completato il ciclo vaccinale), cu un tasso di cover nazionale al 38,2% con nette differenze regionali: dal 20,8% della provincia autonoma di Bolzano al 53,8% della Puglia.

Al 22 giugno (aggiornamento ore 6.16) sunt state somministrate 39.720.529 terze dosi cu un media mobile a 7 giorni di 5.948 somministrazioni al giorno.

In base alla platea ufficiale (47.703.593), aggiornata al 20 maggio, il tasso di copertura nazionale per le terze dosi è dell'83,3% con nette differenze regionali: dal 77,5% della Sicilia all'87,3% della Valle d'Aosta.

Sunt 7,98 milioane de persoane, care nu au primit încă doza de amplificare, cu 5,51 milioane de milioane de persoane pot primi imediat, parcă la 11,5% de la platea cu nette differenze regionale: dall'8,2% della Basilicata al 16,8. ,2,47% della provincia autonoma di Bolzano; 120 milioane nu pot primi imediat 5,2 de zile, cu 2,4% din plăci și diferențe regionale: de la 8% din Valle d'Aosta la XNUMX% din Umbria.

I dati dell'Istituto superiore di sanità demonstrato che l'efficacia sulla diagnostic rămân stabile din 40,8% per i vaccinati cu două doze entro 90 de zile la 45,9% pentru a i vaccinati de mai mult de 120 de zile, pentru a putea ieși la 55,2% după il richiamo e che l'efficacia sulla malattia mai multă rămâne stabilă din 69,2% per i vaccinati cu due dosi entro 90 days la 71% per i vaccinati da mai mult de 120 zile, per poi salire all'86,5 ,XNUMX% după il richiamo.

Complessivamente nelle persone vaccinate cu ciclo completo (più eventuale dose di richiamo), rispetto a quelle non vaccinate, nelle varie fasce d'età si reduce l'incidenza di diagnostic (del 4,3-59,8%): fanno eccezione la fascia 5-11 ani, per la quale le diagnostic tra i vaccinati segnano un +22,6% rispetto ai non vaccinati, e la fascia 40-59 cu un +10,4%. În toate le fasce di età se reduce în special l'incidenza di malattia grave (del 24-78,9% per ricoveri ordinari; del 42,1-85% per le terapie intensive) și decesso (del 42,5-88,4). %).

Al 22 giugno (aggiornamento ore 6.16) sunt state somministrate 316.667 quarte dosi a persone immunocompromesse, cu una media mobile di 1.862 somministrazioni al giorno, in calo rispetto alle 2.283 della scorsa settimana (-18,4%).

In base alla platea ufficiale (791.376), aggiornata al 20 maggio, il tasso di copertura nazionale per le quarte dosi è del 40% con nette differenze regionali: dall'8,8% della Calabria al 100% del Piemonte.

Al 22 giugno (aggiornamento ore 6.16) sunt state somministrate 845.043 quarte dosi a over 80, fragili (60-79 anni) e guest Rsa, cu una media mobile di 5.669 somministrazioni al giorno, in calo rispetto alle 6.820 della scorsa week (-16,9) ,XNUMX%).

In base alla platea ufficiale (4.422.597 di cui 2.795.910 di over 80, 1.538.588 pacienti fragili della fascia di età 60-79 anni e 88.099 ospiti delle Rsa che non ricadono nelle categorie precedenti), aggiornata al 20 mai, il tasso di copertura nazionale per le quarte dosi è del 19,1% con nette differenze regionali: dal 5,5% della Calabria al 39,6% del Piemonte.

CARTABELLOTTA: NETTA RIPRESA DEL COVID IN TUTTA ITALIA

'La progressiva diffusione delle varianti BA.4 e BA.5- informa Cartabellotta- a contribuito ad una netta ripresa della circolazione virale in tutto il Paese con effetti già evidenti anche sugli ospedali: in particolare, in area medica dove in 10 days si registra un incremento di oltre 700 posti letto ocupati da pacientii Covid.

Di conseguenza, la Fondazione Gimbe invita alla cautela pentru cel puțin tre ragioni. Innanzitutto il numero dei positivi, circa 600mila, è largamente sottostimato per il massiccio utilizzo dei tamponi fai-da-te con notifica parziale dei test positivi; in secondo luogo, è impossibile stimare l'entità di questa risalita d'inizio estate ei tempi per reach il picco; infine, lo stallo della campagna vaccinale a generato o population currently suscettibile all'infezione molto estesa: 4,03 million di non vaccinati, 5,51 million senza terza dose e 4,05 million di persone vulnerabili without quarta dose'.

'Di conseguenza- continua- in questa fase della pandemia è fondamentale reduce la circolazione virale, in particolare indossando la mascherina nei locali al chiuso, specialmente se affollati e/o poco ventilati e in conditions di grandi assembramenti anche all'aperto.

Le Istituzioni, dal canto loro, devono potenziare la campagna vaccinale in tutte le persone a risk di malattia grave, aumentando la acoperire cu la terza doză neglijând peste 50 de ani și cu la quarta dose in tutte le personele vulnerabili incluse nella platea'.

„Nu în ultimul rând, concluziona Cartabellotta- evitare disorientare la populația con proposte antiștiințifice e rischiose per la salute pubblica, quale l’abolizione dell’isolamento per i positivi”.

Pentru a aprofunda:

Emergency Live încă mai multe...în direct: descărcați o nouă aplicație gratuită pentru dvs. zilnic pentru iOS și Android

Variante Omicron: che cos'è e quali sunt i simptome dell'infezione

Covid, individuala a Cipro la variante Deltacron: combina Delta e Omicron

Covid, contagi risalgono în Italia și Europa: „atenție a Omicron 2”

Moderna intende solicitare l'autorizzazione al vaccino COVID pentru i copii sub i 6 ani

Omicron 2, contagiositate și simptome ale acestei variante Covid

Da Siaarti un documento sulla gestione perioperatoria dei pacienti care au avut il Covid

Covid: cosa să știți asupra variantei Omicron XE

Ema aproba la pilola Pfizer contro il Covid-19: Paxlovid attivo anche contro Omicron

Omicron 5, il Prof. Pregliasco ci spiega cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova variante Covid

Fonte dell'articolo:

Agenzia Dire

S-ar putea să vă placă prea mult