Etiyopya'da Bir Macallè, dove la comunità cura e il conflitto uccide: storia dell'ospedale di Hewo di Quihà

Etiopia, nel documentario dal titolo 'Il tek başına sorge bir sud la storia dell'ospedale Hewo di Quihà, poco lontano dal capoluogo della bölgesi del Tigray, ferita da oltre una anno di conlitto

Una realtà “in crescita” che trattava 70 pazienti al giorno, yaklaşık 22 milyon all'anno, colpiti da disfunzioni della tiroide veya dall'Aids, uno dei rahatsız edici che colpiscono maggiormente l'Etiopia, orientata al sostegno globaleo della persona e ispirata al “concepto fondamentale che la comunità è una fonte di cura”.

Poi però, “il doloroso e doğaçlama karartma”, l'assenza di informazioni, il non sapere più “se le persone sono ancora vive, se riescono a mangiare”.

En la storia dell'ospedale Hewo di Quihà, poco lontano da Macallè, il capoluogo della zonee del Tigray, ferita da oltre una anno di conlitto con il Governoro Centrale dell'Etiopia

La parabola dell'isttituto, 2000 yılında Carlo Travaglino e Franca Pesce, fondatori della Hansenians' Etiyopya Refah Örgütü (Hewo), 2004 yılında animasyonla anche dal kişisel della onlus Laziochirurgia progetto solidale, è bir suo modo di un e ememplare di teroquello Ülkeler ve ülkeler için ortak bir sorun değil, tüm yönleriyle karşı karşıya kalınan yerler, federal ve eyalet sınırları içindedir. federal Addis Abeba.

Nazioni Birliği'nin en büyük felaketi.

4 Kasım 2020, veriler dell'inizio del conflitto, è al centro del documentario 'Il sole sorge a sud', girato nel 2017 da Flavio Gianandrea, tüm'epoca aveva 19 anni.

“Etiopia'da en iyi durum, sono andato in Etiopia con poca esperienza ve preparazione” racconta il regista, laureato al Bars e Diplomato in Regia alla Eictv di Cuba, a margine della presentazione del suo film alla Casa del Cinema di Roma .

“Non è stato facile, ma in questa avventura mi ci sono tuffato, facendomi guidare dalle emozioni e dall'istinto”.

Della hikaye dell'ospedale zar invece Giorgio Pasquini, emeklilikte chirurgo ve Laziochirurgia progetto solidale.

“Ambulatorio, prima della pandemia e del conlitto, arrivava a curare fino a 22mla persone all'anno, con 80 posti letto e reparti di pediatria maternità e odontoiatria”.

Hewo è nata per sostenere i malati di lebbra, Etiyopya ve Eritre'de, guidandone anche il reinserimento della società

Bu, en iyi seçimdir. Pasquini, emekli maaşı için chirurgo, sottolinea: “C'era una parte dedicata al recupero sosyo-ekonomiko del malato, con labatori di maglieria o una stalla, che prende le mosse dall'idea che essere sani non onemifica solo non avere malattie e che la comunità cura”.

Claudio Gambetta, del board di Hewo, evidenzia che “il kişisel dönem ed è per la Stragrande maggioranza locale” ve ricorda che la struttura “è interamente finansata dalla nedeniyle associazioni che la animano insieme al hükümete bağlı olmayan işbirliği, nell' ”.

Governo e autorità sono termini meno chiari ora, però, bir yarışmada di gerilla che Gambetta tanımını "un karartma doloroso che dal 4 kasım 2020 ci ha impedito di comunicare con persone con le quali lavoravamo da anni".

Quello che si sa è che ora l'ospedale “si è riconvertito in centro per il trattamento del Covid-19” zar Pasquini, “un altro dei problemi che ha colpito l'area oltre la guerra e ancora prima l'invasione delle locuste ”.

Her gün yeni bir yaşam sürüyor.

“L'ossigeno è arrivato in una sola timee, dopo mesi”, sottolinea Gambetta, che riferisce anche dei “tempi lunghissimi di un carico di aiuti che noi stessi abbiamo spedito grazie a un aereo della Croceester della Croceester della Rossa glie de alario cooperazione internazionale”.

Il futuro del Tigray è incerto, ed è fonte di “dolore” anche per Gianandrea, regista di una storia “che era nel pieno di un processo di crescita che è stato interrotto”.

Il giovane aggiunge: “Non so se potrò tornare, è una cosa che desidero molto”.

Daha çok bilgi:

L'Etiopia ed il WHO vaccinano 2 milyoni di persone contro il colera nella zonee del Tigray

Mali, ambulanza ve MSF bloccata con la violenza: il paziente muore

Etiyopya, Medici Senza Frontiere: “Tigray'de uccisi tre nostri operatörü, siamo sgomenti”

Fonte dell'articolo:

Agenzia Dire

Sende hoşuna gidebilir