La St. John di Cymru, in Galles, promuove una serie di video per il primo soccorso pediatrico

La St. John di Cymru, in Galles, promuove una serie di video per il primo soccorso pediatrico

L’associazione più longeva e attiva della Gran Bretagna dedita al soccorso, lancia un’iniziativa per favorire un approccio alle emergenze più tecnico e preciso possibile anche da parte di chi è un professionista.

La St. John Gallese di Cymru, prende le mosse dai dati che riferiscono di 500mila di bambini sotto i cinque anni condotti ogni anno all’ospedale per incidenti domestici e più di 67mila feriti, spesso mortalmente, nei loro giardini e cortili.

Da qui l’idea di correre ai ripari attraverso una serie di video disponibili online e diretti ai giovani genitori in cui sono presentati veri e propri corsi che dispensano consigli e insegnano procedure utili per acquisire dimestichezza con ferite, bruciature, rischi di soffocamento e febbre.

Il Baby Safe Project si inserisce nel generale programma della St. John mirato a sensibilizzare l’opinione pubblica e la gente comune di fronte ai rischi di un mancato soccorso o di un intervento non corretto.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X