Svenuto a 3.000 metri di altezza: un paracadutista salvato dai compagni

Svenuto a 3.000 metri di altezza: un paracadutista salvato dai compagni

Un lancio con il paracadute in Gran Bretagna poteva trasfomarsi in tragedia: James Lee, 25 anni, dopo l’urto con un altro skydiver perde i sensi e precipita a corpo morto. L’helmet cam ci restituisce la prontezza di riflessi dei suoi compagni che, intuito il pericolo, accorrono in suo aiuto. Il ragazzo colpito al capo, precipita svenuto, gli altri paracadutisti lo circondano e gli azionano l’apertura del paracadute. In un secondo momento il ragazzo riprende conoscenza e atterra in modo impeccabile. Lee, oltre 1,000 lanci all’attivo, stava partecipando a un lancio collettivo di 12 uomini contemporaneamente, non ha riportato alcuna ferita, a parte un forte indolenzimento al collo.

Ecco le drammatiche immagini:

http://youtu.be/0deorIcZyN4

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X