“Mezzi di Soccorso Protezione civile”: contributi per 450mila euro dalla Fondazione CRT

“Mezzi di Soccorso Protezione civile”: contributi per 450mila euro dalla Fondazione CRT

Fondazione CRT : 450mila euro di contributi per la Protezione Civile

Dal 2003 a oggi Fondazione CRT ha destinato complessivamente 19 milioni di euro per il sistema della Protezione civile in Piemonte e Valle d’Aosta.

“Mezzi di Soccorso Protezione civile” è il bando stanziato dalla Fondazione CRT che mette a disposizione, fino al 28 aprile, complessivamente 450.000 euro per l’acquisto di automezzi per il trasporto di persone e attrezzature sul territorio regionale e nazionale. Questo nuovo bando raccoglie l’eredita’ di “Safety Vehicle” con cui, dal 2006 al 2013, la Fondazione CRT ha erogato complessivamente 4,8 milioni di euro per l’acquisto di 445 mezzi per la Protezione civile.

“Mezzi di Soccorso Protezione civile” si rivolge a organizzazioni di volontariato non profit e gruppi comunali e intercomunali che svolgono attività di Protezione civile In Piemonte e Valle d’Aosta. Per richiedere i contributi (fino a 20.000 euro ciascuno) e’ necessario aver partecipato nell’ultimo triennio ad almeno un intervento di emergenza di livello nazionale o internazionale in cui le regioni del Piemonte e Valle d’Aosta siano state chiamate a partecipare.

Giovanni Quaglia, presidente della Fondazione CRT, afferma che: “Fondazione CRT interviene con sempre maggiore incisività per contrastare le tante fragilità delle persone e dell’ambiente, in linea con la propria mission di ‘creazione di valore’ per il territorio e per la collettività”.

Anche Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT, commenta così: “Mettiamo in campo un nuovo progetto al servizio della formidabile macchina della Protezione civile in Piemonte e Valle d’Aosta; una macchina che, anche grazie al contributo della Fondazione CRT, e’ oggi riconosciuta come modello di efficienza a livello nazionale, come dimostrato anche dalle recenti operazioni di soccorso per i tragici accadimenti in Centro Italia durante l’emergenza terremoto”.

Fonte

L'autore

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X