Terremoto Centro Italia, la storia di Viviana: una volontaria Croce Rossa da Lampedusa alle zone colpite dal sisma

Terremoto Centro Italia, la storia di Viviana: una volontaria Croce Rossa da Lampedusa alle zone colpite dal sisma
T-060750993c3e9eba15c7fb9b69b14d57-205x300Da chi affronta un lungo e pericoloso viaggio per ricominciare a chi ha perso le certezze del quotidiano e deve ricostruire la propria vita. Esperienze legate dal filo rosso del volontariato per Croce Rossa 
“Persone migranti o persone vittime del terremoto non cambia nulla. L’importante è essere d’aiuto agli altri, ricordandosi dell’umanità, della neutralità, insomma dei sette principi della CRI”. A parlare è Viviana Tarantino, volontaria del comitato Croce Rossa di Lampedusa, tra i 16 volontari partiti sabato scorso dalla Sicilia verso il Centro Italia per assistere le popolazioni colpite dal terremoto. Negli ultimi giorni, tra potenziamento e turn over, sono tanti i volontari provenienti da tutti i comitati d’Italia che si stanno recando nelle zone del sisma. Camerino, Visso, Matelica, Sarnano, luoghi diventati sempre più familiari dopo le scosse del 26 e 30 ottobre e dove Croce Rossa, con oltre 500 volontari dall’inizio dell’emergenza, gestisce l’accoglienza, prepara e distribuisce pasti, ha allestito posti medici avanzati e fornisce supporto psicologico ai cittadini.
Viviana da tempo fornisce assistenza come volontaria CRI durante gli sbarchi delle persone migranti a Lampedusa: “Il nostro è un supporto logistico e umanitario. Tendiamo una mano, doniamo un sorriso a persone che hanno affrontato dei viaggi terribili e hanno bisogno di un po’ di calore umano”. Lo stesso calore che ieri notte, durante il primo di turno nel palazzetto dello sport di San Severino Marche, Viviana ha donato alle persone vittime del terremoto: “È stata una notte tranquilla. Il primo giorno di servizio è servito per conoscere meglio la situazione che ci troviamo ad affrontare.
“Mi sento molto vicina a queste persone – dice Viviana – Qua è tangibile la tristezza di chi ha perso tutto. Bisogna fare i conti anche con se stessi, perché non è semplice essere distaccati quando la quotidianità viene sconvolta e in cui anche l’assenza di una piccola cosa sembra insormontabile. Noi facciamo di tutto per far capire alle persone che nessuno è solo. Senza dubbio il supporto psicologico è tra le attività più importanti e utili che Croce Rossa svolge nei territori colpiti”.
“Personalmente voglio aiutare, rendermi utile – continua la volontaria CRI di Lampedusa – Ho visto le immagini del terremoto e sapevo esattamente che situazione avremmo trovato noi volontari. Non sappiamo cosa succederà nei prossimi giorni, ma siamo pronti e sempre a fianco a questa comunità”. “Qui la sede di Croce Rossa è un punto di riferimento per tutti – racconta Viviana – Come a Lampedusa del resto, dove è capitato che alcuni migranti venissero a bussare per abiti, un pasto caldo o una parola di incoraggiamento. Nascono anche delle amicizie. Ed è bellissimo scoprire che qualcuno, grazie al servizio Restoring Family Links (RFL) di Croce Rossa, abbia ritrovato i propri parenti”.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X