COVID-19 in Piemonte, 10mila interventi di ANPAS : la soddisfazione del presidente regionale Andrea Bonizzoli

COVID-19 in Piemonte. L’Italia ha saputo fronteggiare una pandemia di portata storica grazie all’impegno di tantissimi esseri umani, coinvolti a vario titolo. Infermieri, medici, autisti soccorritori. Ma è il volontariato ad aver esibito il proprio volto migliore, proprio perché, come suggerisce il nome, è composto da cittadini che avrebbero tranquillamente occupare in modo diverso il proprio tempo libero.

 

I volontari e le volontarie del soccorso sanitario e della protezione civile dell’Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), 10mila nella sola Regione Piemonte, hanno garantito in questi mesi di pandemia tutti i servizi legati all’emergenza Covid-19.

COVID-19, L’IMPEGNO DEI VOLONTARI ANPAS PIEMONTE

Innumerevoli sono stati i soccorsi in emergenza 118 e i trasferimenti di pazienti contagiati da coronavirus, nonché le dimissioni verso le abitazioni e strutture.

I volontari Anpas hanno assicurato inoltre l’attività di sorveglianza sanitaria all’interno dell’aeroporto di Torino Caselle e la copertura di postazioni telefoniche del numero verde sanitario regionale 800192020; call center attivato per dare informazioni ai cittadini sulle misure da adottare per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

I volontari dell’Anpas si sono occupati, soprattutto durante il lockdown, anche della consegna a domicilio di mascherine alla popolazione, di generi di prima necessità e di farmaci senza tralasciare gli ordinari servizi sanitari che ogni giorno vengono chiamati a svolgere.

ANPAS PIEMONTE, LE 82 ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO NELLA LOTTA AL COVID-19

In Piemonte le 82 le associazioni di volontariato legate all’Anpas hanno messo a disposizione della collettività e delle istituzioni 430 autoambulanze, 211 automezzi per il trasporto disabili e 237 automezzi per il trasporto persone e, per conto dell’Asl Città di Torino, due camper, uno di Anpas e l’altro dell’associata Croce Verde Torino, per l’esecuzione dei tamponi a domicilio.

Il volontariato Anpas ha così efficacemente risposto a un’emergenza, quella provocata dal nuovo coronavirus, dal carattere sconosciuto e che ha colpito un numero impressionante di persone.

LA SODDISFAZIONE DI ANDREA BONIZZOLI, PRESIDENTE ANPAS PIEMONTE

«La nostra organizzazione di volontariato – commenta il presidente Anpas Piemonte, Andrea Bonizzoli – nella sua storia ultracentenaria, ha prestato assistenza e soccorso alla popolazione in innumerevoli drammatiche situazioni e calamità naturali, ma l’attuale pandemia è un’emergenza di portata senza precedenti. Il volontariato Anpas ha dovuto e saputo rispondere con l’impiego di mezzi e risorse umane senza eguali. Ringrazio di cuore le volontarie, i volontari e i dipendenti delle Pubbliche Assistenze che con coraggio, determinazione e l’umanità che da sempre li contraddistingue hanno aiutato la popolazione in questa difficile emergenza, mai affrontata prima d’ora».

PER APPROFONDIRE:

ANPAS, SINERGIE IN SOCCORSO E PROTEZIONE CIVILE: SIGLATO ACCORDO CON GUARDIA DI FINANZA

SECONDA ONDATA, LA VALUTAZIONE DEL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO

FONTE DELL’ARTICOLO:

SITO UFFICIALE ANPAS

I commenti sono chiusi.