#MeetER 2018: torna l’evento dei Giovani CRI Emilia-Romagna

A Pinarella di Cervia, 300 Volontari, ospiti d’eccezione e tanto entusiasmo.

Dopo il successo della prima edizione, svoltasi tra i paesaggi montani di Bedonia (PR), torna, attesissimo, il MeetER: l’evento dei Giovani CRI Emilia-Romagna. A Pinarella di Cervia (Ravenna) sono ben 300 i Volontari che dal mattino di sabato 29 settembre hanno animato il Centro Mare e Vita. Con loro, fino al pomeriggio di domenica 30, ci saranno ospiti d’eccezione, i Rappresentanti Giovani CRI Regionali di Lazio, Lombardia, Marche e Abruzzo, nonché i membri di Associazioni quali AVIS, ADMO, Fondazione Cetacea e AIDO.

IL MEETER– Il MeetER è una straordinaria occasione di confronto, crescita e divertimento. “L’idea è quella di fare rete- spiega Gabriele Calì, Rappresentate Regionale Giovani e Vicepresidente Regionale Croce Rossa Emilia-Romagna- volevamo un evento che creasse legami e dal quale ognuno potesse trarre qualcosa di diverso, scegliendo tra una lunga lista di eventi ed iniziative”.

Sono decine, infatti, le attività proposte: dalle passeggiate sul litorale romagnolo, occasione per aderire all’iniziativa di Legambiente Puliamo il mondo, alla Living Library, grazie alla quale i partecipanti possono “noleggiare” libri viventi e confrontarsi, così, con personaggi di spicco in diversi campi a livello locale e internazionale, dentro e fuori dalla Croce Rossa.
Immancabili poi i Meet, gli incontri tematici volti, quest’anno ad approfondire il lavoro del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) e il ruolo dei Giovani nella Cooperazione.
A tutto questo si associano momenti ludici come partite a calcetto o pallavolo.

UNA REALTA’ CONTAGIOSA – La serata di sabato ha visto Volontari e ospiti riuniti in Assemblea Plenaria, dove non sono mancati calorosi ringraziamenti al Comitato Regionale, al Consiglio Direttivo e a tutti coloro che hanno reso possibile un progetto di tale portata.

“Quest’evento è nato col motto ‘Le buone azioni sono contagiose’- ha esordito Antonio Scavuzzo, Presidente Regionale Emilia-Romagna- e oggi posso dire che il MeetER ha dato vita ad una ‘realtà contagiosa’ che anima non solo i Giovani, ma tutti i Soci e si espande fuori Regione.”
Presente anche Gabriele Bellocchi, Rappresentate Nazionale Giovani e Vicepresidente Nazionale di Croce Rossa che ha coinvolto una platea entusiasta nella ricerca di nuove sfide per il futuro: “L’Emilia-Romagna è un punto di riferimento per tutta l’Italia. La vostra parola chiave, oggi, deve essere partecipazione: fate domande, cercate risposte, tornate ai vostri Comitati e raccontate questa esperienza. È in questo modo, facendo rete, che declinate il Principio di Unità in tutte le sue sfumature”.

 

I commenti sono chiusi.