Papa Francesco a Bari, ma non ci sono le ambulanze dei volontari

Le associazioni annullano il supporto di assistenza agli eventi dopo alcune prese di posizione "diffamanti e deliranti".

BARI – Diventa un caso politico di rilievo quello che vede contrapposti in Puglia gli operatori volontari sulle ambulanze ed il sistema di emergenza-urgenza 118. ANPAS, Croce Rossa e Misericordie di Puglia hanno deciso di annullare le attività di supporto e di assistenza alla popolazione per l’arrivo di Sua santità Papa Francesco a Bari, il 7 Luglio 2018: nessuna ambulanza di queste associazioni sarà in servizio durante l’evento.

“La gravità di alcune affermazioni proferite anche in occasione del direttore del dipartimento salute della regione – dottor Ruscetti – sulla situazione del servizio 118 in Puglia, tenutasi il 3 luglio in Regione da parte della Commissione di studio e d’inchiesta sulla criminalità organizzata e spinte fino al punto di postulare la concreta e generalizzata esposizione delle associazioni convenzionate a fenomeni infiltrativi della criminalità organizzata, ci obbliga ad annullare, nostro malgrato, l’intervento di centinaia ed entusiasti volontari che avrebbero dovuto garantire l’assistenza alla popolazione durante la visita di sua santità Papa Francesco prevista per il prossimo 7 luglio a Bari”.

“Tra gravi ed ignobili congetture  proposte in maniera totalmente apodittica e senza alcun opportuno distingui,  offendono in primis – scrivono le associazioni – gli stessi volontari che quotidianamente si impegnano nel portare soccorso alla popolazione sia nel campo dell’emergenza urgenza sanitaria sia nella attività di protezione civile e più in generale nell’alleviare le quotidiane sofferenze delle fasce più deboli della popolazione. Ritenere tutti costono come appartenenti ad un mondo losco e correo di ambienti criminali è assolutamente falso ed inaccettabile”.

 

I commenti sono chiusi.