Cina, fuga di batteri da laboratorio: 3mila persone positive al test per la brucellosi

Cina, un vasto contagio da brucellosi è stato causato da una fuga di batteri dall’impianto biofarmaceutico di Lanzhou.

La notizia è stata evidenziata dalla CNN, ma prima ancora è stata diffusa dai media locali, chiaramente allarmati da quanto accaduto.

Nella Cina nord-occidentale 3.245 persone hanno subito gli effetti di una fuga da un impianto biofarmaceutico che produceva vaccini per animali.

CINA, DA FUGA BATTERI IN LABORATORIO IL CONTAGIO PER BRUCELLOSI PER MIGLIAIA DI ABITANTI DI LANZHOU

Il fatto risale al 2019, i contagi si sono sviluppati in tempi via via più recenti e qualche giorno fa le autorità sanitarie di Lanzhou hanno pubblicato il rapporto da cui è tratta la cifra dei contagi.

Nella città cinese sono 21.847 gli abitanti che hanno effettuato il test, su una popolazione complessiva di 2,9 milioni di abitanti.

E’ da sottolineare, e con forza, che nessun decesso è riconducibile, secondo il medesimo rapporto, all’epidemia da brucellosi.

Questa patologia determina febbre acuta, dolori articolari e mal di testa, e nel tempo può progredire verso uno stadio cronico con debolezza, sudorazione e dolori diffusi.

Il motivo della fuoriuscita dal laboratorio Zhorgmu Lanzhou di Lanzhou è stato identificato nell’utilizzo di un disinfettante obsoleto e scaduto.

Ciò ha determinato un accesso di batteri all’impianto di emissione di gas della fabbrica e la conseguente diffusione nell’aria.

Al laboratorio è stata ritirata la licenza per la produzione di vaccini contro la brucellosi, e a poco sono valse le scuse alla cittadinanza.

PER APPROFONDIRE:

BATTERI E CONTAGIO: IL CLOSTRIDIUM DIFFICILE

FONTE DELL’ARTICOLO:

CNN

I commenti sono chiusi.