Inizia Mountain Heroes, una serie tv dedicata al soccorso alpino realizzata come un documentario

Michele Melani e Gottardo Giatti, bolzanini doc accomunati dalla stessa passione, hanno messo in piedi una casa di produzione di successo, Formasette, che ha girato la serie tv Mountain Heroes in onda su DMax. Spiegano gli autori:

«Si tratta di documentari che in gergo si chiamano factual e verranno trasmessi a partire dall’11 aprile, il giovedi alle 22. 05 e in replica il sabato alle 12.35».

Sono documentari che trattano il tema del soccorso alpino e della montagna, seguendo le operazioni, rigorosamente autentiche, dell’Aiut Alpin Dolomites.

Il promo di DMax è esemplificativo:

“Se osi sfidarla devi essere sicuro, perché la montagna non si piega…e quando le cose si mettono male è ora di chiamare i professionisti”.

Spiegano i registi:

«Dopo anni di sacrifici siamo riusciti a produrre una serie sul soccorso alpino per Discovery Channel, pochissimi ci riescono, e noi siamo stati i primi a creare un programma originale cioè che non comprato dall’estero, factual, cioè basato su fatti reali, che accadono realmente.

I documentari sono piaciuti e adesso ci ha contattato anche il National Geographic, tramite la Fox, per altri video. Mediaset invece ci ha contattato per sviluppare una co-produzione su un altro nostro progetto, Sport evolution, l’evoluzione dello sport nei secoli. Speriamo bene!».

 

«Mountain Heroes è iniziato con un trailer a febbraio dell’anno scorso, siamo stati in Val Gardena alla base dell’ Aiut Alpin Dolomites e della Elikos che si occupa di prevenzione, cantieri di montagna, paravalanghe, paramassi etc.

Una volta girato il trailer abbiamo chiesto a Discovery Channel se fosse interessati alla serie. Ci hanno dato fiducia e quel punto, una volta girata e montata, gliel’abbiamo venduta. Lo scenario è quello della Dolomiti.

Abbiamo seguito l’Aiut in molte azioni di soccorso, filmando e raccogliendo in diretta le loro emozioni, filmando la loro giornata e i loro rapporti, sono uomini e donne incredibili, rischiano la loro vita per salvarne delle altre.

I soccorsi sono spettacolari, verricellate in parete a 2800 metri d’altezza, oppure di notte sotto la pioggia i Catores hanno eseguito un salvataggio in un torrente con una calata di 60 metri. Loro lavoravanbo e noi li seguivamo con la telecamera. Le riprese sono mozzafiato e le puntate non lasciano un attimo di respiro».

Il video del promo:

 

I commenti sono chiusi.