Macchie dopo l’esposizione al sole? I rimedi della dermatologa per eliminare le macchie solari

Macchie solari, tra serio e faceto. Se il sole conferisce un aspetto salutare senza bisogno di troppo make up, il risvolto negativo, a fine stagione, possono essere delle brutte macchie solari di diverso tipo che spuntano in particolar modo sulla pelle del viso.

 

Per capire come intervenire, qual e’ la beauty routine da svolgere a casa tutti i giorni e i trattamenti a cui sottoporsi in ambulatorio la dottoressa Ilaria Proietti, specialista in dermatologia e medico estetico ha approfondito l’argomento.

– Se la tintarella tipica dell’estate ci ha donato un’immagine fresca e piena di benessere non e’ infrequente a settembre fare i conti con le antipatiche macchie solari sulla cute. Quali sono i trattamenti piu’ indicati e quando possono essere iniziati? 

“I trattamenti vanno iniziati subito perche’ d’estate sicuramente la nostra pelle si e’ abbronzata ma e’ diventata anche piu’ spessa perche’ per difendersi dai raggi solari sono aumentati gli strati di tessuto corneo.

Tutto questo rende inoltre la pelle piu’ opaca, il colorito piu’ spento e anche i pori possono sembrare piu’ dilatati.

Ecco perche’ questo e’ il momento ideale di utilizzare la sera a casa degli scrub esfolianti, dei tonici a base di alfa-idrossiacidi come ad esempio l’acido salicilico e per finire applicare delle creme idratanti ed elasticizzanti”.

– Le macchie solari eliminate possono tornare e come prevenire una nuova insorgenza? 

“Purtroppo d’estate non e’ infrequente osservare la ricomparsa di macchie che abbiamo trattato con successo nel periodo invernale e questo spesso e’ motivo di frustrazione.

In ogni caso dobbiamo insistere e continuare a curare la nostra pelle.

Soprattutto il viso delle donne tende a macchiarsi per due diverse ragioni.

La prima legata al fotoinvecchiamento da danno solare cronico una delle conseguenze dovute alle esposizioni durante il periodo della vita e che si manifesta con le lentigo solari vere e proprie lesioni che osserviamo sul dorso delle mani, sul decolte’ e sul viso di forma circolare e di colore marrone.

E poi nelle donne giovani in particolar modo non e’ infrequente osservare il melasma o il cloasma ossia delle macchie dermiche spesso legate all’uso di contraccettivi oppure a fattori ormonali come ad esempio una gravidanza.

Per questi tipi di macchie sono previsti dei trattamenti diametralmente opposti.

Per le macchie dermiche o melasma possiamo scegliere dei trattamenti a a base di alfa-idrossiacidi, esfolianti domiciliari e peeling ambulatoriali.

Mentre per quanto riguarda il fotoinvecchiamento dovremo utilizzare trattamenti laser che vanno dalla luce pulsata, cioe’ dal fotoringiovanimento fino al laser Co2 frazionato che ci permette di fare il cosiddetto resurfacing.

Da una parte quindi in questo modo andiamo a schiarire la pelle ma possiamo, attraverso metodiche laser piu’ invasive, creare un vero e proprio miglioramento della texture cutanea e migliorare tanto il colore della pelle che le rughe sottili”.

– Per avere una pelle bella e sana quali consigli vuole dare a chi ci segue? 

“Innazitutto e’ bene curare la routine domiciliare, questo comprende una corretta detersione ed idratazione. Inoltre e’ importante sottoporsi ad infiltrazione di vitamine perche’ attraverso queste possiamo dare il nutrimento necessario ed adatto alla pelle.

Mi riferisco soprattutto alle infiltrazioni a base di acido ialuronico e di sostanze antiossidanti.

Non dobbiamo dimenticare che anche l’alimentazione ci viene in aiuto.

In questa stagione e’ importante assumere il piu’ possibile i frutti rossi che sono ricchi di antiossidanti e proteggono il microcircolo capillare e poi non dobbiamo dimenticare l’azione degli Omega 3 che contenuti nel pesce azzurro e nel salmone selvatico riescono a contrastare le azioni dannose delle radiazioni solari sul nostro collagene”.

PER APPROFONDIRE:

VOGLIA DI MARE, I CONSIGLI DEL MEDICO PER EVITARE DERMATITI, HERPES E SPELLATURE

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.