Pyongyang, Covid-19: in Corea del Nord lezioni ‘a domicilio’ per gli alunni delle elementari

Covid-19, a Pyongyang (Corea del Nord) le insegnanti visitano i propri studenti ogni tre giorni. Lezioni in tv o via web per le scuole medie e superiori. Lezioni casalinghe per gli studenti delle scuole elementari.

È questa l’ultima misura anti-coronavirus decisa da Pyongyang in materia di Covid-19

Ne dà notizia oggi la Yonhap citando Uriminzokkiri, sito web che narra le decisioni di Kim Jong-un.

Le autorità nordcoreane sostengono che nel Paese non vi siano casi di contagio da Covid-19.

Sin dallo scoppio dell’emergenza sanitaria globale a inizio anno, esse hanno adottato però numerose misure di prevenzione.

Oltre a chiudere i confini – anche con la Cina, il suo unico partner commerciale –, Kim ha ordinato vacanze obbligatorie per gli studenti di ogni età.

Nella capitale, le insegnanti delle scuole elementari visitano ogni tre giorni i propri alunni per lezioni “a domicilio”.

Le decisioni prese a Pyongyang per contrastare Covid-19: blocco totale dei confini

A quanto riportato dall’agenzia statale Kcna, gli studenti delle scuole medie e superiori possono accedere a materiale educativo attraverso canali tv o via web.

I media nordcoreani non specificano se queste misure di sostegno didattico siano applicate anche lontano da Pyongyang.

L’obiettivo del governo è quello di limitare il più possibile i contatti tra la popolazione.

Secondo Daily NK, le autorità stanno rafforzando anche le misure di controllo al confine.

Ad esempio, esse hanno imposto un lockdown integrale sull’intera provincia di Chagang, alla frontiera con la Cina.

Il che, a dire il vero, contrasta un po’ con le dichiarazioni riguardanti i zero contagi in Nord Corea dei leader politici.

Per approfondire:

Corsa al vaccino per COVID-19, dalla Cina l’annuncio di Sinopharm: vaccino testato su un milione di persone, nessun contagio

Fonte dell’articolo:

Agenzia di Stampa Yonhap

I commenti sono chiusi.