Taburri di Fanano, dodicenne morsa da una vipera: soccorso alpino, ambulanza ed elisoccorso 118 la curano

Pre-adolescente morsa da vipera, Soccorso alpino interviene. Una famiglia con al seguito la figlia di 12 anni ed il fratello, residente a Monteombraro (Mo), nel pomeriggio è andata a fare una passeggiata ai Taburri di Fanano.

 

DODICENNE MORSA DA UNA VIPERA, INTERVIENE CNSAS / SOCCORSO ALPINO

Dopo una breve sosta al rifugio dei Taburri i componenti la famigliola hanno imboccato il sentiero Cai 431, diretti al Libro Aperto.

Durante il percorso di avvicinamento, dopo aver percorso circa 2000 metri, si sono fermati a fare una sosta e la bambina con il fratellino si sono messi a giocare.

I genitori vedono tornare la bambina sofferente ed in lacrime, riferendo un dolore molto forte tra la caviglia ed il polpaccio, aggiungendo che era stata morsa da qualche animale.

Sono circa le 17.50 e i genitori allertano il 118 che invia l’ambulanza di zona, Appennino 1, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico CNSAS stazione M. Cimone, e l’elisoccorso 118 di Pavullo nel Frignano, dotato di verricello, con a bordo un tecnico di elisoccorso del CNSAS, decollato da Modena.

SOCCORSO A DODICENNE, IL PERSONALE SANITARIO CONTROLLA IL MORSO DI VIPERA

Sul posto le squadre territoriali e il personale dell’ambulanza sono giunte molto rapidamente, e dopo una prima valutazione, analizzati gli evidenti due buchetti che confermavano il morso di un animale (verosimilmente vipera), hanno confermato l’intervento HEMS dell’elicottero, che era già in zona.

L’aeromobile è atterrato in un campo aperto nei pressi del rifugio.

Nel frattempo la bambina è stata condotta verso il mezzo di soccorso avanzato dai tecnici del CNSAS.

Dopo valutazione da parte del medico la paziente è stata trasportata al Policlinico di Modena, provvisto di Pronto Soccorso pediatrico.

Intervento Taburri 26_08_20

Una famiglia con a seguito figlia di12 anni e fratello residente a Monteombraro (Mo) nel pomeriggio è andata a fare una passeggiata ai Taburri di Fanano. Dopo una breve sosta al rifugio dei Taburri hanno imboccato il sentiero cai 431 diretti al Libro Aperto. Durante il percorso di avvicinamento, dopo aver percorso circa 2000 metri, si sono fermati a fare una sosta e la bambina con il fratellino si sono messi a giocare. I genitori vedono tornare la bambina sofferente che piangeva, riferendo un dolore molto forte tra la caviglia e il polpaccio aggiungendo che era stata morsa da qualche animale. Sono circa le 17.50 e i genitori allertano il 118 che invia l’ambulanza di zona, Appennino 1, la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico, stazione M. Cimone e l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano dotato di verricello con a bordo un tecnico di elisoccorso del CNSAS, che decolla da Modena.Sul posto le squadre territoriali e il personale dell’ambulanza arrivano molto rapidamente e dopo una prima valutazione, dove erano evidenti due buchetti che confermavano il morso di un animale verosimilmente vipera, confermano l’intervento dell’elicottero, che ormai era già in zona. L’aeromobile atterra in un campo aperto nei pressi del rifugio. Nel frattempo la bambina veniva condotta verso il mezzo di soccorso avanzato dai tecnici del CNSAS. Dopo valutazione da parte del medico la paziente viene trasportata al Policlinico di Modena dove c’è il Pronto Soccorso pediatrico

Geplaatst door Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna – CNSAS op Woensdag 26 augustus 2020

PER APPROFONDIRE:

DUE TURISTI NEI GUAI, SOCCORSO ALPINO LI SALVA SULLE DOLOMITI DEL BRENTA

VISITA IL PROFILO FACEBOOK DEL SOCCORSO ALPINO DELL’EMILIA-ROMAGNA

I commenti sono chiusi.