Airbus Helicopters in Italia, un nuovo traguardo di qualità ed esperienza per il mercato italiano HEMS

Airbus Helicopters ha aperto il proprio Customer Center italiano per essere protagonista del settore.

Ecco le novità del produttore di elicotteri più grande del mondo, scoperte durante il congresso sull’elisoccorso HEMS 2019. Abbiamo intervistato il nuovo General Manager di Airbus Helicopters in Italia, Alexandre Ceccacci.

Il nuovo General Manager Alexandre Ceccacci

HEMS 2019, il congresso sull’elisoccorso di Massa, è stato un palco eccellente per ammirare diversi elicotteri e incontrare i più importanti player del settore. Il congresso infatti ha visto decine di espositori e professionisti, tra cui Airbus Helicopters in Italia, il nuovissimo distaccamento Airbus nel nostro Paese. Airbus è “atterrato” in Italia assorbendo il suo reseller, Aersud Elicotteri, che è stato protagonista nel panorama nazionale per 56 anni. Questo è un passo importantissimo nella storia degli elicotteri “H” in Europa.

Qual è stata la prima impressione del mercato italiano?

Caricamento del paziente nel vano sanitario di un H145. Niente di più semplice

“La mia prima impressione è stata positiva – spiega Alexandre Ceccacci, General Manager dell’azienda -. Il mercato italiano è decisamente professionale. Ho conosciuto molte persone in gamba che sanno fare bene il proprio lavoro, con le idee chiare. Penso che questo ambiente abbia generato molti scambi positivi. Per noi è molto importante capire quali sono le aspettative dei clienti e dei futuri clienti, poiché così sappiamo quale risposta si aspettano”.

Quale filosofia verrà adottata da Airbus Italia in questo nuovo percorso?

infermiere-h145-bozen-elisoccorso
Per le attività di elisoccorso, il modello H145 è usato in molte realtà. I-PEBZ è operativo a Bolzano

“Creare un distaccamento qui in Italia è un passo molto importante. Ma, guardando al passato, l’Italia ha fatto un ottimo lavoro. Attualmente, abbiamo 250 elicotteri in servizio nella penisola. C’è un mercato forte ed estremamente professionale, per questo abbiamo deciso di esserne parte integrante. Vogliamo cominciare ad essere vicini all’Italia poiché vogliamo essere protagonisti e restare per molto tempo. È un progetto a lungo termine, e noi siamo qui per offrire il massimo dei nostri prodotti e dei nostri servizi. Come detto, il mercato è molto professionale, per questo vogliamo sviluppare e migliorare ulteriormente i nostri prodotti, soddisfando le esigenze dei clienti. Ma, per riuscire nell’impresa, dobbiamo capire e sviluppare i nostri prodotti ascoltando le necessità di tutti.”

Quale futuro vedete nel mercato italiano degli elicotteri?

Operazioni SAR e HEMS nelle Alpi richiedono elicotteri capaci di fare tutto con estrema facilità.

“Abbiamo una vasta gamma di elicotteri, ma per le operazioni HEMS abbiamo realizzato il velivolo perfetto. L’H145 è una macchina meravigliosa. Ho avuto dei feedback eccezionali durante questo congresso da medici, piloti e altri membri degli equipaggi. Ma il nostro obiettivo è quello di migliorarci sempre, e abbiamo deciso di migliorare proprio l’H145 (con un nuovo rotore, leggi qui). Sono molto positivo e guardiamo al futuro, con questo elicottero. È stato pensato proprio per le missioni HEMS, SAR in ambiente Alpino e in condizioni estreme in alta quota. Ecco perché gli utilizzatori finali lo adorano. L’ultima versione dell’H145 presenta un nuovo rotore con una pala in più che riduce il livello di vibrazioni e garantisce un maggior livello di comfort ad equipaggio e passeggeri. Inoltre abbiamo aumentato il carico utile di 150 kg. Il feedback è eccellente”.

H145-DOPH-0253-013_Patrick Heinz
Il nuovo rotore a 5 pale dell’H145 sarà sul mercato a metà del 2020

L’elisoccorso in tutto il mondo è un tema estremamente importante, e Airbus è il player principale di questo settore. Gli elicotteri H145 e H135 sono famosi in tutto il mondo per le prestazioni in condizioni complesse.

“Attualmente Airbus detiene il 30% del mercato italiano dell’elisoccorso. Ovviamente non pretendiamo che siano tutti con noi, ma desideriamo proporre un prodotto che soddisfi le aspettative. Per Airbus è molto importante fornire ai cliente non solo un eccellente elicottero, ma anche garantire un ottimo servizio di supporto e assistenza. Siamo qui per prenderci cura del cliente a 360°. Il nostro centro manutentivo Helicopters Italia continuerà a fornire il supporto ai clienti che necessitano di essere sempre operativi in ogni condizione.”

Quali sono le parole che guideranno la filosofia Airbus in questa avventura?

“Innovazione e tecnologia. Noi vogliamo che queste due parole siano alla base della nostra filosofia di mercato. Per questo il nostro H160 rappresenterà il nuovo punto di riferimento nel mercato. Questo velivolo sarà molto più veloce e avrà molto più range d’utilizzo, e siamo certi che le aspettative su questo elicottero saranno soddisfatte”.

 

I commenti sono chiusi.