Come sarà la gestione del trauma in emergenza in futuro?

Torna Italian EMS to the Future incentrato sulla gestione del trauma in emergenza. Dal dispatch al training sull’accesso intraosseo, cosa ci sarà da aspettarsi?

ROMA – Manca poco più di un mese al convegno Italian EMS to the Future e già dalle premesse, possiamo dire che sarà un ottimo “banco da lavoro” per i medici e gli infermieri di area critica che vogliono approfondire la conoscenza dei nuovi metodi di gestione del trauma in emergenza.

L’obiettivo è proprio quello di affrontare le procedure più innovative utilizzate oggi nel sistema dell’urgenza extra ospedaliera. Il convegno permette di ottenere 20 crediti ECM e si terrà a Roma, presso l’Hotel Roma Aeterna, il 2 e il 3 Dicembre.

Scopri di più sugli orari e su come arrivare

 

Assieme a specialisti di emergenza-urgenza, Italian EMS to the Future 2019 percorrerà la storia dell’emergenza extra ospedaliera, come la nascita del 118 di Verona, dove da semplice “centralino”, ora è diventato un vero e proprio strumento a supporto del cittadino nel soccorso preospedaliero.

Il dispatch, altro aspetto da non sottovalutare mai, acquisisce un ruolo estremamente importante per la performance che la squadra di soccorso andrà ad eseguire sul/sui pazienti traumatizzati. Verranno illustrati i protocolli esistenti e le novità che potrebbero emergere prossimamente in ambulanza.

A fare la differenza quest’anno saranno delle interessanti sessioni, complete di immagini e video, dedicate a casi molto particolari e delicati realmente accaduti (case report) e che saranno affrontati e raccontati dai professionisti che sono intervenuti personalmente sulla scena. Ad esempio, la toracotomia d’urgenza praticata sul ciglio di una strada.

Da Brescia arriverà una review della letteratura dell’ECMO e di come andrà a svilupparsi l’utilizzo di questa metodica nel futuro prossimo della gestione del trauma.

Italian EMS to the Future è un’occasione preziosa per ottenere spunti e fare riflessioni su argomenti in costante evoluzione, con un occhio critico verso il futuro, come per esempio l’arresto cardiaco traumatico e la gestione avanzata delle vie aeree.

Essere sempre aggiornati è una prerogativa che ogni professionista del soccorso in emergenza-urgenza deve avere. Infatti Italian EMS to the Future dà anche la possibilità di partecipare a workshop e training dedicati al tema principale del convegno. I protagonisti saranno, ovviamente, medici e infermieri partecipanti che dovranno mettersi alla prova con training di tecniche di immobilizzazione ed estricazione, accesso vascolare intraosseo e gestione delle vie aeree.

 

Manca poco a Italian EMS to the Future 2019.

Scopri di più e iscriviti per partecipare e ottenere crediti ECM!

 

CLICCA QUI

 

1571914596DO361

 

 

I commenti sono chiusi.