Attentato a Brescia, bomba esplode davanti a sede della Polizia

Alle 4.30 di notte, davanti alla sede della Scuola di Polizia Pol.G.A.I. di via Vittorio Veneto a Brescia, è esplosa una bomba di probabile natura artigianale, senza causare fortunatamente né morti né feriti. Non è ancora presente secondo le prime ricostruzioni nessuna rivendicazione. La strada principale vicino Campo Marte è stata chiusa al traffico. E’ presente sia una squadra dei Vigili del Fuoco che pattuglie di Polizia e Carabinieri per i rilievi e le indagini, che sono immediatamente scattate. Il boato ha svegliato tutti i residenti della zona, che hanno temuto il peggio: “Credevo fosse un terremoto” ha spiegato a Today Brescia un residente.

L’ATTENTATO – L’attentato non è stato ancora rivendicato. Le forze dell’ordine hanno però rilasciato nuovi particolari su quanto avvenuto. Le telecamere di videosorveglianza hanno infatti ripreso un uomo mascherato mentre posizionava una borsa davanti al portone d’ingresso, con all’interno la bomba poi fatta esplodere.

LA BOMBA – “Si è trattato di un ordigno rudimentale, realizzato probabilmente con una pentola a pressione”. Ancora non è chiara la natura dell’innesto, ovvero, se la bomba sia stata fatta esplodere con un timer o con un telecomando azionato a distanza. Sul caso indaga la Digos.

I commenti sono chiusi.