Conte presenta la divisione a fasce delle Regioni: “Rt a 1,7, rischio per terapie intensive. Non abbiamo alternative”

Divisione a fasce delle Regioni. La media nazione dell’indice di trasmissibilità è 1,7. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa. C’è “l’alta probabilità che diverse regioni superino la soglia critica delle terapie intensive”.

DIVISIONE FASCE DELLE REGIONI E CHIUSURE: “NON ABBIAMO ALTERNATIVE”

“Comprendiamo il disagio, ma non abbiamo alternative. Dobbiamo tenere duro”.

Cosi’ il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa.

DIVIONE PER FASCE: LE REGIONI ROSSE

Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta: sono le regioni dell’area rossa a livello di rischio alto.

Lo dice il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa.

LE REGIONI ARANCIONI

Dell’area arancione con livello di criticità medio alta fanno parte Puglia e Sicilia. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa.

LA DIVISIONE PER FASCE, 14 LE REGIONI IN ZONA GIALLA

Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto.

Sono le regioni nella zona gialla, la meno a rischio, appena elencate da Giuseppe Conte.

“DOMANI IN CDM DECRETO RISTORI BIS”

“Dobbiamo tenere duro, siamo all’opera per mitigare gli effetti negativi di queste misure: già domani sera porteremo in Cdm un decreto legge che consentirà indennizzi agli operatori colpiti da queste misure, lo possiamo chiamare un decreto ristori bis: benefici da accreditare direttamente sui conti correnti tramite l’Agenzia delle entrate”, annuncia Conte.

“ANCORA MESI LUNGHI E DIFFICILI, SOSTENIAMOCI TUTTI”

“Ci aspettano ancora mesi lunghi e difficili, con l’impegno di tutti potremo raffreddare la curva epidemiologica e recuperare un margine di sernità, sorreggendoci e sostenendoci gli uni con gli altri”, dice ancora Conte.

“RIMPASTO? NESSUNO L’HA CHIESTO E NON MI INTERESSA”

“In realtà non mi è stato chiesto da nessuna forza politica di operare dei rimpasti” di governo “e con la criticità che stiamo affrontando mi sembra che il tema dei rimpasti possa interessare poco i cittadini, non interessa me e non sta nemmeno a cuore delle forze politiche”.

Così Giuseppe Conte, parlando da palazzo Chigi.

“Domani ci confronteremo per dare nuova lena all’azione di governo e fissare le priorità”, aggiunge.

PER APPROFONDIRE:

Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani: Sistemi sanitari europei si preparino per epidemie future

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.