Coronavirus, il Ministro dell’Università e della Ricerca Manfredi: “Nessun lockdown regionale, si guarderà alle realtà locali”

Coronavirus, torneremo ai lockdown? Come procede la ricerca di un vaccino? “Sui vaccini non possiamo dare tempi precisi ma ci auguriamo per l’inizio del prossimo anno di avere risultati rassicuranti”

“I lockdown non saranno su scala regionale, si guarderanno le singole realtà locali”.

Così il ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, a margine di un incontro alla Stazione Marittima di Napoli per la Naples Shipping Week, sull’eventualià di chiusure totali delle regioni nel caso di ulteriori escalation dei contagi da coronavirus.

CORONAVIRUS, ESCLUSI LOCKDOWN: IL FUTURO SONO INTERVENTI LOCALI

“Eventuali interventi che verranno presi dal ministero della Salute – prosegue il ministro – riguarderanno parti di territorio limitate.

Sui vaccini – aggiunge – non possiamo dare dei tempi precisi, sicuramente l’inizio della procedura di qualificazione e’ un segnale molto importante perche’ significa che il processo e’ partito e hanno utilizzato forme di verifiche in itinere di quelli che sono i risultati della sperimentazione.

Ci auguriamo – conclude – che per l’inizio del prossimo anno abbiamo dei risultati rassicuranti”.

MANFREDI: PER CORONAVIRUS NO A NUOVI LOCKDOWN MA “PROROGA STATO DI EMERGENZA INDISPENSABILE”

“Verrà chiesta la proroga dello stato di emergenza, – continua il ministro – noi dobbiamo ancora gestire una fase molto complessa e gli strumenti dello stato di emergenza sono indispensabili per poter prendere dei provvedimenti che tutelino la salute dei cittadini”.

PER APPROFONDIRE:

CONTAGI, IL MINISTRO MANFREDI: IN PRIMAVERA 2021 VACCINAZIONE DI MASSA

COVID-19, CONTE: PROPORREMO PROROGA STATO DI EMERGENZA

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.