Coronavirus, Trump attacca il WHO, l’Organizzazione mondiale della Sanità: “è una marionetta della Cina”

La due giorni di lavori assembleari del WHO, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sul tema della pandemia da coronavirus Covid-19, ha fatto adirare il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump.

 

WHO, dichiarazioni infuocate, quelle del presidente Trump:

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente USA al termine della prima giornata di assemblea, non lasciano adito a dubbi, del resto.

“Una marionetta della Cina“: queste le parole di Donald Trump sull’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), accusata di essere stata “dalla parte” di Pechino nei mesi della pandemia di Covid-19.

Secondo Trump, l’Oms ha dato “molti pessimi consigli” sul nuovo coronavirus ed e’ stata “sempre dalla parte della Cina”. Gli Stati Uniti, che erano il primo donatore dell’Organizzazione, hanno gia’ sospeso i loro stanziamenti in segno di protesta.

Trump sospende finanziamenti a WHO: la Cina risponde donando 2 miliardi di dollari

Poco male, verrebbe da pensare, considerato che invece il presidente della Cina Xi Jinping ha dal canto suo annunciato un finanziamento da 2 miliardi di dollari per l’individuazione di un vaccino al Covid-19.

Naturalmente l’oggetto della contesa, come in passato, non sembra essere né il WHO né la pandemia da coronavirus: il presidente Trump soffre in modo marcato la primazia cinese nell’economia mondiale, che offusca la rilevanza da un secolo detenuta degli Stati Uniti.

La speranza è che la contesa si limiti in nome di un bene superiore che è la salute di ciascun essere umano.

PER APPROFONDIRE:

LEGGI DELL’ASSEMBLEA DELL’OMS ANDANDO A RITROSO NEI LINK

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.